Viaggiare sicuri

Il seggiolino giusto per ogni bambino

1571688
20 Luglio 2012
Nel corso della vita del bambino, con ogni probabilità dovrai usare almeno tre diversi tipi di seggiolino. Ecco come scegliere il seggiolino giusto per il neonato e via via per il bambino che cresce. L'obbligo del seggiolino è previsto dal codice della strada per tutti i bambini di statura inferiore a 1,50 m
Facebook Twitter Google Plus More

La posizione più sicura per il seggiolino

Le statistiche dicono che il posto più sicuro per montare un seggiolino è il sedile posteriore: il posto centrale, se dotato di cintura a tre punti; altrimenti quello destro (lato marciapiede). La navicella si monta esclusivamente sul sedile posteriore. Lo schienalino interno va messo nella posizione più orizzontale. I seggiolini 0/0+ si possono montare anche sul sedile anteriore rivolti in direzione opposta al senso di marcia, solo su auto che non hanno l'airbag dal lato passeggero o con airbag disattivato. I seggiolini e cuscini di rialzo 1/2/3 invece si montano sui sedili posteriori.

I tipi di seggiolino

Gruppo 0 - Bambini di peso inferiore a 10 kg

Vanno montati in senso contrario a quello di marcia o in avanti se il bambino pesa almeno 6 kg. In questo gruppo sono comprese anche le "navicelle", da fissare con le cinture dell'automobile. Età indicativa del bambino: 6-12 mesi.

Gruppo 0+ - Bambini di peso inferiore ai 13 kg

Hanno le stesse caratteristiche di quelli appartenenti al gruppo 0 ma offrono una protezione maggiore alla testa e alle gambe. Dunque, anche questi vanno montati in senso contrario a quello di marcia o in avanti se il bambino pesa almeno 6 kg. Età indicativa del bambino: fino a 24 mesi.

Gruppo 1 - Bambini di peso compreso tra 9 kg e 18 kg

Sono montati nel senso di marcia e fissati con la cintura di sicurezza del veicolo. Età indicativa del bambino: da 9 mesi a 4 anni.

Gruppo 2 - Bambini di peso compreso tra i 15 e i 25 kg

Cuscini con braccioli omologati e schienale. Si usano le cinture del veicolo con l'aggiunta di un dispositivo di aggancio che si fissa nel punto in cui la cintura incrocia la spalla). Età indicativa da 3 a 6 anni.

Gruppo 3 - Bambini di peso compreso tra 22 e 36 kg

Cuscini senza braccioli da utilizzare sul sedile del veicolo per aumentare, da seduto, la statura del bambino affinché possa fare uso delle normali cinture di sicurezza. Età indicativa: da 5 a 12 anni.

Seggiolini 'multigruppo'

Sul mercato sono disponibili modelli di seggiolini polivalenti, che coprono più gruppi, per esempio 0+/1, 1/2, 1/2/3, 2/3.

Mai fare a meno del seggiolino anche per tragitti brevi casa-scuola. Un incidente a 50 km/h equivale per un bambino a una cadura dale terzo piano, Filippo Pavan Bernacchi, presidente Ucif

Occhio all'attacco!

Anche il seggiolino più solido e sicuro può rivelarsi inutile se poi non viene fissatto correttamente all'auto. Dunque è fondamentale seguire le istruzioni della casa di fabbricazione. Ci sono due tipi di ancoraggio ammessi dalla normativa.

  • il sistema tradizionale: utilizza le cinture di sicurezza dell'auto per fissare il seggiolino al sedile (le cinture del seggiolino devono essere 'a tre punti', cioè con il bloccaggio subaddominale e diagonale;

  • il sistema Isofix (è disponibile sui modelli di auto più recenti). In questo caso il seggiolino auto è dotato di pinze che si agganciano direttamente a una coppia di anelli saldati al telaio della macchina. Con l'Isofix si crea un sistema di collegamento più sicuro di quello che si ottiene con le sole cinture.

Attenzione anche al posizionamento delle cinture del seggiolino: la parte superiore deve sempre essere a livello delle spalle del bambino. Inoltre, le cinture non devono essere attorcigliate né danneggiate e devono essere ben aderenti azl corpo del bambino.

Occhio all'etichetta!

Il seggiolino deve essere omologato. Per capire se il seggiolino (o il rialzo) è omologato, leggete bene l'etichetta.

  1. Prima riga: la sigla indica la normativa europea di riferimento per l'omologazione;

  2. Seconda riga: Universal significa che è adatto a tutte le vetture;

  3. Terza riga: precisa l'intervallo di peso;

  4. Quarta riga: marchio di omologazione internazionale

  5. Quinta riga: riporta il numero di omologazione. Il numero di omologazione deve iniziare almeno con 03 o (dall’inizio del 2006) con 04.

In Europa gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per i bambini tra 5 e 14 anni. In Italia muoiono circa 100 bambini all'anno, a causa di incidenti e 10mila rimangono feriti. (dati Istat)

Fonti: Polizia di stato, Aci, Bimbisicuramente, iniziativa di sensibilizzazionedi Fiat e Ucif (Unione concessionari italiani Fiat), Assogiocattoli