Sicurezza

Trasporto minori, cosa dice il codice della strada

bambino_auto
08 Luglio 2008
Il Codice della strada stabilisce le regole per il trasporto dei minori. Chi non le rispetta rischia una multa e la sottrazione di punti della patente. Ecco le norme più importanti.
Facebook Twitter More

1) Trasporto di bambini di statura inferiore a 1,5 metri non trattenuti da un sistema di ritenuta oppure trattenuti da un sistema di ritenuta non adeguato al loro peso (articolo 172 commi 1 e 10)

I bambini di statura inferiore a 1,5 metri devono essere sempre assicurati al sedile da un sistema di ritenuta per bambini adeguato al loro peso. Se ciò non accade, se, cioè non sono assicurati al sedile da un sistema di ritenuta oppure sono trattenuti da un sistema di ritenuta non adeguato al loro peso, il conducente del veicolo viene punito con 70 euro di multa e la sottrazione di 5 punti dalla patente. Alla seconda violazione in due anni consegue la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.

 

Bimbi senza seggiolino? Rischi 70 euro di multa e cinque punti

 

Attenzione: sulle macchine sprovviste di sistemi di ritenuta, cioè veicoli di vecchia costruzione, è vietato il trasporto di bambini aventi meno di 3 anni; i bambini di età superiore possono invece viaggiare, ma solo sui sedili posteriori se sono alti meno di 1,5 m.

L’art. 172 comma 5 vieta poi il trasporto di bambini utilizzando seggiolini di sicurezza rivolti contromarcia su posti protetti da airbag (salvo che questo non si possa disinserire): l’azionamento dell’airbag può provocare, infatti, gravissime lesioni nei confronti di bambini posizionati contromarcia. In detti casi tuttavia, non sono previste sanzioni, ma la cosa è rilevante ai fini dell’attribuzione di eventuali responsabilità al conducente in caso di incidente.

2) Omesso uso delle cinture di sicurezza (art. 172 commi 1 e 10)

I minori di altezza superiore a 1,5 metri, invece, devono essere allacciati alle normali cinture di sicurezza di cui è dotato il veicolo. Nel caso in cui il conducente (o la persona tenuta alla sorveglianza del minore presente a bordo) consente al minore trasportato sul veicolo di non fare uso delle cinture di sicurezza di cui il veicolo è dotato questi viene punito con 70 euro di multa e sottrazione di 5 punti dalla patente. Alla seconda violazione in due anni consegue la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.

3) Presenza di cinture o sistemi di ritenuta non omologati (art. 172 comma 13 e art. 72 commi 2a e 13) oppure dispositivi di equipaggiamento non conformi (articolo 72 comma 13)

Nel caso in cui un bambino di statura inferiore a 1,5 metri venga trasportato su un sistemi di ritenuta per bambini di tipo non omologato, detto dispositivo è sottoposti a sequestro amministrativo per successiva confisca e il conducente viene punito con 74 euro di multa.

 

Seggiolini non omologati? Multa da 74 euro

 

4) Soprannumero o sovraccarico in autovetture (articolo 169 commi 2 e 9)

Oltre a quanto indicato sulla carta di circolazione, fino all’8 maggio 2009 è consentito trasportare sulle autovetture anche uno o due bambini di età inferiore a 10 anni, purché sistemati sui sedili posteriori e accompagnati da un passeggero di almeno 16 anni. Considerando il fatto che è molto improbabile che il veicolo sia dotato di cinture di sicurezza in soprannumero, l’articolo 172 del codice della strada dispone per i bambini in soprannumero del presente caso l’esenzione dall’obbligo delle cinture fino all’8 maggio 2009.

Il conducente del veicolo che viola questa norma è punito con una multa di 36 euro e la sottrazione di 2 punti dalla patente.

5) Trasporto su motociclo (o ciclomotore) di un bambino di età inferiore a 5 anni (art. 170 commi 1 bis e 6 bis)

La legge vieta il trasporto su motociclo (o ciclomotore) di un bambino di età inferiore a 5 anni, anche se il bambino è seduto in modo corretto e su dispositivo omologato di adattamento del sedile. Chi viola questa norma viene punito con una multa di 148 euro.

6) Bambini su taxi o veicoli NCC (articolo 172 commi 4 e 10)

Sul sedile anteriore di un veicolo adibito a servizio taxi (o di noleggio con conducente) non è consentito trasportare un bambino alto meno di 1,5 m senza adeguato sistema di ritenuta. Sul sedile posteriore non è consentito trasportare un bambino alto meno di 1,5 m non accompagnato da passeggeri di almeno 16 anni di età. Il conducente che viola questa disposizione o la persona tenuta alla sorveglianza del minore trasportato viene sanzionato con 70 euro di multa e sottrazione di 5 punti dalla patente. Alla seconda violazione in due anni consegue la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.

 

Bimbi in taxi senza seggiolino? Multa da 70 euro e cinque punti tolti

 

7) Trasporto di passeggeri sui velocipedi (art. 182 commi 5 e 10)

Il codice della strada vieta il trasporto di passeggeri di età superiore a otto anni su un velocipede a meno che esso non sia appositamente costruito e attrezzato per questo scopo (tandem o risciò a quattro ruote che spesso circolano nelle località turistiche). È invece consentito il trasporto, da parte di maggiorenni, di bambini di età inferiore a otto anni purché opportunamente assicurati alle attrezzature previste dall’art. 68, comma 5, CDS, ossia seggiolino composto da sedile, schienale e braccioli oltre che da un sistema di sicurezza comprendente bretelle o cinture di contenimento e una struttura di protezione dei piedi dei bambini. I braccioli possono mancare nel caso di seggiolini posteriori per trasporto di bambini di più di 4 anni (art. 225 regolamento CDS). L’attrezzatura va installata tra manubrio e conducente quando si trasportano bambini fino a 15 kg, posteriormente negli altri casi e non deve ostacolare la visuale e la libertà di movimento del conducente (art. 377 regolamento CDS). Il conducente del velocipede che viola questa disposizione viene punito con 22 euro di multa.

(Consulenza: Mario Rossi, redattore di Quattroruote e autore del manuale ‘Difendersi dalle multe’, Foschi editore, www.mario-rossi.it)