SPECIALE
Igiene del neonato dentro e fuori casa

Home Neonato

Cambiare il pannolino fuori casa: ecco come organizzarsi

di Giorgia Fanari - 22.02.2017 - Scrivici

cambiare-il-pannolino-fuori-casa
Fonte: Shutterstock
Come cambiare il pannolino fuori casa? Ecco i consigli di Marta Stella Bruzzone, Pedagogista e co-fondatrice di MammeCheFatica.it

Cambiare il pannolino fuori casa: ecco come organizzarsi

Avere a che fare con un neonato non è certo un'impresa semplice, specie se si è mamma da poco. «Ma con qualche piccolo accorgimento e un po' di organizzazione si può fare tutto - spiega Marta Stella Bruzzone, pedagogista e co-fondatrice di MammeCheFatica.it -. Il primo aspetto fondamentale è riuscire a sintonizzarsi con il proprio piccolo. Una volta intuiti i tempi e i bisogni primari (latte e sonno) si riesce con più facilità a organizzare anche una breve passeggiata o una gita fuori porta».

Per l'uscita con il neonato è necessario organizzare tutto il necessario per la pappa e il cambio del pannolino. Se il bebè è allattato al seno basterà occuparsi solo del cambio, altrimenti bisognerà portare anche il necessario per la pappa. 

In questo articolo ci occuperemo del cambio e in particolare di consigli e occorrenti per farlo fuori casa. Parola d'ordine dunque è organizzazione, unita ad un pizzico di pazienza!

In questo articolo

1. Scegliere la borsa adatta

Uscire con il piccolo vuol dire portarsi dietro tutto quanto serve a soddisfare i suoi bisogni: la fame, la nanna e la necessità di essere pulito. Poche cose ma essenziali serviranno a farlo stare tranquillo mentre è a spasso con la mamma. E' importante scegliere una borsa che possa contenere al meglio tutto ciò che serve. Si può optare per una borsa da appendere al passeggino, oppure un comodo zaino. In entrambi i casi è meglio avere le mani libere per potersi muovere più agevolmente. Ce ne sono di vari modelli da scegliere in base alla comodità e alla praticità.


Meglio evitare borse troppo pesanti da portare dietro: a seconda della durata del tempo fuori casa «consiglio una piccola borsa contenente lo stretto indispensabile», spiega la pedagogista. È meglio sceglierne una con scomparti separati, per dividere gli oggetti da mettere all'interno e avere tutto facilmente a portata di mano, anche nei momenti più critici e imprevisti. Ne esistono in commercio anche con fasciatoio da viaggio con lato impermeabile e con contenitore termico per il biberon.

2. Cosa mettere nella borsa


«Per essere sempre pronte all'evenienza, ecco cosa mettere nella borsa:

  • 2 pannolini;
  • salviette umidificate da usare al momento del cambio pannolino;
  • body di riserva;
  • crema tipo pasta per il cambio pannolino;
  • calzine;
  • un telo di cotone multiuso adoperabile per il cambio o per l'allattamento;
  • ciuccio e biberon, se vengono utilizzati;
  • un paio di sacchetti per mettere la biancheria sporca».


Il doudou

«In più, consiglio di avere sempre con sé un piccolo doudou (orsacchiotto per neonati): è importante come strumento rassicurante se appoggiato vicino all'orecchio o al collo del neonato solitamente prima della nanna». Potrà essere anche un piccolo diversivo per intrattenere il bambino durante il cambio del pannolino.

Fonte: Shutterstock

4. Cercare online un Baby pit stop dove cambiare il pannolino

Quando si è a spasso con il proprio bambino può essere difficile trovare il luogo giusto per allattarlo o cambiare il pannolino poiché non tutti i locali sono attrezzati con fasciatoi o spazi adatti. In questo caso, può essere comodo cercare online degli spazi pubblci dedicati alle mamme per occuparsi appunto di pappa o cambio. In molte città sono attive le aree  Baby Pit stop.

Ma si sa che a volte il momento del cambio pannolino arriva nei luoghi più inopportuni. Ma niente panico! Basta avere pazienza e non perdere la calma. E' importante cambiarlo appena possibile non solo per evitare irritazioni ma anche perché il pannolino bagnato o sporco è un disagio che non lo fa stare tranquillo.

Se non si riesce a trovare un'area dedicata, il passeggino reclinabile è una valida soluzione per il cambio. Basta reclinare completamente lo schienale, coprirlo con un telo e adagiare il bambino su questo fasciatoio d'emergenza. Diamogli un giochino per distrarlo o canticchiamo una canzoncina. Con l'occorrente a portata di mano, tutto sarà veloce e in men che non si dica sarà asciutto e pulito. 

Se si è in viaggio in macchina, ad esempio, si possono sfruttare i sedili posteriori come piano di appoggio. Alcuni treni dispongono di spazi dedicati, così come gli aerei. Il consiglio è comunque quello di informarsi prima, per viaggiare sereni e pronti ad affrontare un cambio pannolino anche in volo!

Aggiornato il 16.02.2018

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli