Mamma e bebè: coccole per il corpo e piccoli rimedi per i disturbi più comuni   vai allo speciale
Cura del corpo

I capelli del neonato, 7 cose da sapere

Di Valentina Murelli
capelli_neonato
31 Ottobre 2019
Da quando e perché cadono a perché cambiano colore, a come prendersene cura nel migliore dei modi
Facebook Twitter More

1 Non tutti i bambini e le bambine nascono "pelati"


C'è chi viene al mondo senza capelli o con pochi peli sottili e chi arriva con una chioma già bella folta, e in entrambi i casi è tutto perfettamente normale. Secondo gli esperti, queste differenze hanno a che fare principalmente con ragioni genetiche, ma potrebbe essere coinvolto anche il livello di alcuni ormoni materni al quale il bebè è stato esposto durante la sua vita in utero. Una curiosità: i bambini con la carnagione scura tendono ad avere più capelli alla nascita.

 

 

2 Anche i neonati perdono i capelli...

 

Già: che alla nascita ne abbiano pochi o tanti, nel giro di qualche mese i neonati tendono a perdere i loro "primi" capelli, che vengono sostituiti da capelli più spessi e più "forti": un fenomeno che, di nuovo, dipende da variazioni ormonali che si verificano dopo il parto e nei primi mesi di vita dei bambini.

 

"In genere la sostituzione avviene entro il primo anno di vita, e in rari casi entro i primi due o tre anni" spiega May El Hachem, responsabile del dipartimento di Dermatologia dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

 

 

3 A ciascuno i suoi tempi


Ogni bambino, lo sappiamo, fa storia a sé e questo vale anche per il momento in cui, nei primi mesi di vita, cadono i capelli "da neonato", per lasciare posto ai nuovi capelli "da bambino". In alcuni casi questo può avvenire già a tre o quattro mesi, in altri a un anno e mezzo o addirittura più in là (anche se più raramente).

 

 

4 Il colore può cambiare

 

Si tratta di un fenomeno molto comune: il colore, ma anche lo spessore e il tipo di capelli cambia durante l'infanzia. Così, per esempio, alcuni bimbi biondi alla nascita con il passare del tempo assumono sfumature rosse, oppure diventano castani. "Il colore dipende dai livelli del pigmento melanina, che andando incontro a una maturazione progressiva può risultare più scuro e intenso" spiega El Hachem.

 

Tra l'altro, i livelli di melanina dipendono anche dai livelli di ormoni sessuali (è il motivo per cui durante la gravidanza – quando i livelli di estrogeni sono più alti – la donna può andare incontro a iperpigmentazione e alla formazione di macchie della pelle). Per questo ulteriori cambiamenti si possono verificare durante l'adolescenza.

 

 

 

5 Come lavare i capelli del neonato


Sia i capelli sia soprattutto il cuoio capelluto del neonato sono molto delicati e occorre prestare qualche attenzione durante il lavaggio (anche se in fin dei conti non ci sono grandi differenze rispetto a come ci laviamo i capelli noi adulti).

Tanto per cominciare, non è necessario lavare ogni giorno i capelli del bebè ("anche se non ci sono controindicazioni al lavaggio quotidiano" afferma El Hachem): un paio di volte alla settimana può bastare, ma sempre utilizzando uno shampoo delicato, specifico per bambini, preferibilmente a base di ingredienti di origine naturale e che non bruci gli occhi. In genere, i capelli vengono lavati durante il bagnetto, utilizzando se possibile una piccola tazza per raccogliere l'acqua con cui bagnare la testa e risciacquarla dopo l'applicazione dello shampoo. 

 

 

6 Come asciugarli


Se i capelli sono radi, basta tamponarli delicatamente con un asciugamano morbido, mentre se la chioma è più folta si può usare il phon. "L'importante è assicurarsi che la temperatura non sia troppo calda e che il getto d'aria non sia troppo vicino ai capelli, per evitare traumi" consiglia El Hachem. Che per lo stesso motivo raccomanda di non esagerare con lo spazzolamento e di non utilizzare spazzole o pettini con denti fitti.

 

 

7 Il primo taglio: quando vuoi tu!


Non ci sono (ovviamente) indicazioni su qual è il momento migliore per il primo taglio di capelli del bebè: qualunque momento vada bene per mamma e papà sarà il momento giusto. Se si decide di portarlo da un parrucchiere o parrucchiera, però, è bene considerare che la situazione potrebbe essere "stressante" per il piccolo. Se è un bimbo che si spaventa o si agita facilmente, forse è il caso di aspettare che sia più grandicello. In ogni caso, assicurarsi che a questo primo appuntamento "di bellezza" il bimbo arrivi sazio e riposato, per evitare il rischio di "crisi" legate a fame o stanchezza.