Neonati

Il bebè ha le coliche, che cosa fare?

bambino_stetoscopio
08 Maggio 2013
Rivolgiti al pediatra e tranquillizzati: un atteggiamento sereno diminuisce la tensione mamma-bambino e infonde sicurezza e serenità al piccolo, che potrebbe quietarsi più facilmente.
Facebook Twitter Google Plus More

La prima cosa da fare è rivolgersi al pediatra, che, dopo aver visitato il bambino ed aver escluso altre cause, potrà rassicurare i genitori spiegando loro che:

 

  • il bambino sta bene e cresce bene: le coliche infatti non comportano rischi per la salute e non compromettono la crescita del lattante;

  • si tratta di un problema maturazionale del neonato e si risolvono spontaneamente dopo i 3 mesi di vita;

  • le coliche non sono indice di scarso affetto o scarse attenzioni da parte della mamma.

 

Tranquillizzare i genitori, e soprattutto la mamma che trascorre col bambino molto più tempo, è il primo passo per affrontare le coliche nel modo giusto” spiega il prof. Arrigo Barabino, primario di gastroenterologia pediatrica presso Ospedale Gaslini di Genova. “Spesso infatti di fronte ad un pianto così inconsolabile e stressante la mamma si sente nervosa e frustrata e le prova di tutte: prova a modificare la sua alimentazione, tenta di cullarlo e calmarlo, lo attacca al seno (o al biberon) continuamente, molte volte guidata e consigliata da parenti e amici (compreso il papà), che la fanno sentire giudicata e inadeguata. Il rischio? Che si crei un circolo vizioso: il bebè infatti capta subito se nell’aria c’è tensione e preoccupazione e quindi potrebbe mostrarsi ancor più irrequieto e implacabile. Viceversa, un atteggiamento sereno e tranquillo diminuisce la tensione mamma-bambino e infonde sicurezza e serenità al piccolo, che potrebbe quietarsi più facilmente”.

(Consulenza: prof. Arrigo Barabino, primario di gastroenterologia pediatrica presso Ospedale Gaslini di Genova)

Leggi anche:

Coliche, tutti i consigli

Le cause delle coliche

Consigli pratici

E se fosse colpa del latte?

I trattamenti farmacologici

Vuoi chiedere consiglio ad altre neo mamme o al nostro pediatra di fiducia? Iscriviti subito alla community