Home Neonato

Come organizzare il fasciatoio

di Penelope Greco - 13.05.2021 - Scrivici

fasciatoio
Fonte: Shutterstock
Mancano pochi giorni al parto. In casa è tutto pronto ma come organizzare il fasciatoio? Ecco qualche utile consiglio per avere tutto a portata di mano

La vita di una mamma dovrebbe essere funzionale. L'organizzazione della casa non ha bisogno di essere perfetta, ma deve funzionare per te. Tutto dovrebbe essere a portata di mano, soprattutto quando un neonato è sul fasciatoio: utilizzerai una mano per tenere in sicurezza il neonato e l'altra per afferrare ciò di cui hai bisogno. Ecco allora qualche consiglio per organizzare il fasciatoio al meglio.

In questo articolo

Fasciatoio: come usarlo

In commercio c'è l'imbarazzo delle scelta, ma la differenza principale tra i diversi modelli di fasciatoio è nell'essere fissi o mobili.

  • Fasciatoi fissi. In genere sono a cassettiera dove il ripiano più alto viene adibito a fasciatoio. Questo tipo di fasciatoio potrebbe essere la scelta ideale in quando il mobile è facilmente riutilizzabile e svolge più funzioni. Inoltre sopra questo mobiletto puoi mettere delle mensole dove appoggiare i prodotti indispensabili per il cambio del tuo bimbo.
  • Fasciatoi mobili. Sono dotati di rotelle e possono quindi essere facilmente spostati in diverse stanze della casa.

Usa cestini o scatole per conservare gli oggetti essenziali. Disporre di tutto l'occorrente classificato in scatole o cestini è il modo migliore per mantenere un fasciatoio super organizzato. Ovviamente il compito principale di un fasciatoio è cambiare i pannolini, quindi assicurarti di avere una scatola di buone dimensioni per loro, oltre a una grande scorta di salviette.

Fasciatoio: come montarlo

Dopo aver scelto il fasciatoio più adatto alle tue esigenze dovrai decidere dove metterlo. Molto dipende da come è fatta la tua casa e dai suoi spazi. I luoghi migliori sono:

  • La cameretta del bimbo. In modo che questa stanza ci siano tutti le cose che servono al tuo piccolo.
  • Il bagno. Così da aver a portata di mano tutto il necessario per l'igiene del tuo bimbo e l'acqua nel caso fosse molto sporco e avesse bisogno di una sciacquata

Fasciatoio: come riscaldarlo

La temperatura ideale dell'ambiente dove vive il bambino dovrebbe essere compresa fra i 18° e i 20°C: la temperatura alta è molto dannosa, perché appena nati i bambini non sono in grado di regolare la propria temperatura, ma prendono la temperatura del luogo dove si trovano. Bisogna quindi fare attenzione a non coprirli troppo soprattutto nel lettino: in questo caso il bambino può presentare un rialzo termico anche superiore a 37° ma questa non è febbre, è solo una "temperatura accidentale provocata" da noi. Essa si abbassa subito scoprendo il bambino e diminuendo la temperatura ambientale.

L'acqua del bagno dovrebbe essere invece tra 35 e 37 ° C. In camera da letto sono sufficienti 18° C una volta che il bambino è vestito. Il problema della temperatura può esserci subito dopo il bagno o durante il cambio del pannolino. Dopo il bagno, il bambino è bagnato, nudo e non protetto e vuole essere asciugato il più rapidamente possibile. La stanza dove viene effettuato il bagnetto dovrà essere sufficientemente riscaldata. Secondo il dott. Salvini, responsabile del Pronto Soccorso Pediatrico dell'Ospedale Niguarda, la stanza deve avere una temperatura tra i 21°-24° gradi.

Puoi provare ad utilizzare una lampada ad infrarossi. 

  • Riscaldamento immediato dopo l'accensione del dispositivo
  • Calore indipendentemente dalle correnti d'aria
  • Copertura da 3 a 7 m²
  • Risparmio energetico, non richiede tempo di riscaldamento
  • Nessun movimento d'aria o sollevamento di polvere
  • Sono disponibili lampade a infrarossi portatili, ad es. per bagno ospiti
  • Diverse intensità di calore senza alcun rumore

Fasciatoio: quali oggetti tenere a portata di mano

Cosa mettere sul fasciatoio:

  • Il materassino con gli angoli rialzati, sul quale cambierai il tuo bimbo.
  • I pannolini. Puoi sistemarli in un cassetto o in un ripiano del mobile. Assicurati di riuscire ad afferrarli con una mano sola.
  • Le salviette. Meglio se le riponi sul ripiano principale, vicino al materassino dove appoggi il tuo bimbo.
  • Cestino porta rifiuti. Puoi utilizzare un cestino qualsiasi oppure un pratico porta rifiuti adatto allo smaltimento dei pannolini. In questo modo germi e odori di ogni pannolino verranno intrappolati nell'apposito sacchettino.
  • Crema per l'arrossamento del sederino.
  • Olio per i massaggi.
  • Kit per l'igiene del bimbo: spazzola, aspiratore nasale, forbicina taglia unghie con punta smussata e termometro.
  • Vestitini per il cambio. Potresti averli già preparati prima e riposti vicino al materassino dove lo cambi.
  •  è utile avere a portata di mano anche qualcosa che lo distragga come: giocattoli per la dentizionesonagli o libri morbidi.

Fonti articolo: salute.gov.it "Quando nasce un bambino", NHS "Ridurre il rischio di sindrome da morte improvvisa del lattante", Ospedale Bambino Gesu "bagnetto una guida pratica"

 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli