Home Neonato

Dare le medicine al neonato e al bambino

di Valentina D'Andrea - 02.09.2022 - Scrivici

medicine-ai-bambini
Fonte: shutterstock
Le informazioni su come procedere per somministrare medicine ai bambini e ai neonati: sciroppi, supposte, aerosol o collirio

Dare le medicine al neonato o al bambino

La necessità di somministrare al bambino o al neonato una medicina prima o poi si pone. Sentirsi incerti sul da farsi o francamente preoccupati è più che comprensibile fino a quando non si acquisisce esperienza. Di fatto, però, se si possiedono informazioni corrette su come procedere tutto può diventare molto semplice.

Le differenze tra:

  • sciroppo
  • aerosol
  • collirio
  • supposte

Le medicine in sciroppo

Le medicine in sciroppo si possono dare in tre modalità differenti:

  1. cucchiaino
  2. siringa senza ago
  3. tettarella con serbatoio

Di solito si danno a bimbi o a neonati. Vediamo le tre differenze.

Le medicine in sciroppo vanno date con il cucchiaino presente nella confezione, che va appoggiato contro il labbro inferiore della bocca, leggermente inclinato in modo che il bambino possa aspirare il liquido con il movimento della suzione.

Se con il cucchiaino si fallisce si può somministrare lo sciroppo lentamente con la siringa pediatrica, senza ago, da appoggiare all'angolo della bocca.

Se l'operazione risulta comunque difficile non resta che optare per la tettarella con serbatoio, destinata proprio alla somministrazione di medicine liquide.

Aerosol

Se bisogna effettuare l’aerosol ci si deve sedere in modo confortevole, prenderlo in braccio e cercare di distrarlo con una fiaba o una canzoncina mentre si tiene la mascherina ben accostata a naso e bocca: solo così si riesce infatti a fargli respirare la sostanza nebulizzata in modo corretto.

Collirio

Se c'è da mettere un collirio bisogna appoggiare il beccuccio contro l'angolo interno dell'occhio, dopodiché si deve cercare di chiudergli le palpebre, per poi massaggiarle lievemente.

Supposte

Per finire, per inserire una suppostina bisogna mettere il bambino a pancia in su, poi gli si devono piegare le ginocchia per portarle vicino all'addome. Dopo averla introdotta, si devono avvicinare dolcemente i suoi glutei, mantenendoli accostati per circa un minuto, allo scopo di impedire che la supposta non trovi la strada e venga espulsa.

(consulenza di Leo Venturelli, pediatra di famiglia, autore di numerose pubblicazioni di pediatria ambulatoriale e coautore di libri di divulgazione per genitori tra cui E' nato un bambino, La grande enciclopedia del bambino, Da 0 a 6 anni, una guida per la famiglia)

Leggi anche:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli