Linguaggio

Bilinguismo in tenera età aiuta a sviluppare l'intelligenza del bimbo

Di Nicolò De Rosa
bilinguismo-nf.600
8 aprile 2016
Ancora prima della prima parola, il bimbo bilingue beneficia di un miglior sviluppo delle facoltà cognitive. A dirlo è uno studio dell'Università di Washington 

Anche se non è stata pronunciata ancora la prima parola, sottoporre un bimbo ai suoni articolati di due lingue differenti, può già portare dei benefici.

 

Secondo uno studio dell'Università di Washington, a Seattle, pubblicato sulla rivista

 

Developmental Science, il bilinguismo potrebbe migliorare la capacità dell'infante legata alla soluzione dei problemi e all'apprendimento.

 

Tali facoltà traggono origine da alcune regioni del cervello adibite a quella che viene definita "funzione esecutiva", la quale, se opportunamente stimolata, può essere incrementata fin dai primi mesi di vita.

 

 

La ricerca su bimbi di 11 mesi: i vantaggi per l'intelligenza

 

I ricercatori hanno quindi preso in esame 16 bambini di 11 mesi ( la metà proveniva da famiglie monolingue e l'altra metà da famiglie bilingue), monitorandone l'attività cerebrale tramite la magnetoencefalografia, ovvero la registrazione tramite speciali cuffie dei cambiamenti magnetici nelle cellule nervose in risposta a 18 minuti di suoni tipici della lingua spagnola o inglese.

 

I bambini bilingue hanno mostrato risposte più forti nella corteccia prefrontale e quella orbitofrontale (i centri di controllo delle attività neuronali) che regolano in gran parte la funzione esecutiva e che comportano pertanto una migliore capacità di apprendimento, di memoria e di problem solving.

 

«I nostri risultati suggeriscono che prima ancora di iniziare a parlare, i bambini cresciuti in famiglie bilingue fanno pratica con compiti connessi alla funzione esecutiva-spiega una delle principali autrici della ricerca, Naja Ferjan Ramirez- ciò suggerisce che il bilinguismo "plasma" non solo lo sviluppo del linguaggio, ma, più in in generale lo sviluppo cognitivo stesso». In pratica, il cervello è più aperto e adattivo.

 

Fonte: Ansa.it, Ilabs.Washington.edu , Washington.edu

 

Guarda anche il video sull'11esimo mese di vita del bambino.