Corsi acquaticità

Acquaticità, malanni in piscina? No, grazie

Di Franco Teruzzi
bambino_stetoscopio
17 Maggio 2013
Fatto salvo il parere del pediatra, che dovrà necessariamente rilasciare l'obbligatorio certificato medico di idoneità, la piscina non presenta rischi particolari. Particolare attenzione va posta nell'asciugare il cono interno delle orecchie, specialmente dei più piccoli.
Facebook Twitter More

Consulenza di Paola Carrara, idrochinesiologa e responsabile del centro Inacqua di Novate Milanese

Fatto salvo il parere del pediatra, che dovrà necessariamente rilasciare l'obbligatorio certificato medico di idoneità, la piscina non presenta rischi particolari. Di certo non quello di annegare, visto l'occhio vigile degli insegnanti e degli assistenti bagnanti, che si aggiungono a quelli dei genitori nei corsi dei più piccoli, in cui la loro presenza in acqua è richiesta.

Per le malattie da raffreddamento, invece, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, la piscina potrebbe addirittura essere un toccasana. L'ambiente umido favorisce l'idratazione delle vie aeree e agevola la respirazione anche in caso di raffreddore o tosse leggera. A patto di evitare di prendere freddo in acqua (importante la temperatura) e fuori. Leggi anche Sport, occhio ai malanni

Sono consigliabili due accappatoi: uno per asciugare e coprire il bambino appena fuori dalla vasca, nel tragitto fino allo spogliatoio e alle docce. E l'altro, che resta pulito e asciutto, da indossare dopo la doccia. Inoltre è bene un abbigliamento a strati: uno pesante in inverno, da togliere appena entrati al coperto, per arrivare a togliersi con calma gli strati successivi nello spogliatoio, fino a rimanere in costume.

Per i neonati in età da pannolino esistono appositi pannolini indossabili in acqua, e dei costumi impermeabili da mettere sopra al pannolino stesso. Per i più grandicelli, se freddolosi, ci sono magliette termiche apposite e persino piccole mute in neoprene per stare caldi anche in vasca. Si trovano nei negozi sportivi a prezzi abbordabili.

"Particolare attenzione - dice Carrara - va posta nell'asciugare il cono interno delle orecchie, specialmente dei più piccoli". Un cappellino di lana nei mesi invernali, infine, permetterà di uscire all'aperto in tutta tranquillità.

Neonati subito in piscina

Scegli il corso che fa per voi

L'acquaticità dei bambini da zero a cinque anni

Vasca piccola e temperatura piacevole

Vuoi confrontarti con altri genitori? Entra nel forum dedicato al bebè

Altri articoli sugli sport per bambini