Home Neonato Cura e salute

Come si usa l'aspiratore nasale nei neonati

di Sara De Giorgi - 06.12.2021 - Scrivici

aspiratore-nasale-nei-neonati
Fonte: shutterstock
L'aspiratore nasale nei neonati è utile quando il bebè ha una congestione nasale. Facciamo chiarezza su cosa sono e su come si utilizzano

Aspiratore nasale nei neonati

Gli aspiratori nasali per bambini possono essere molto utili ed efficaci se il bebè ha il nasino chiuso. Scopriamo cosa sono, a cosa servono e come si utilizza l'aspiratore nasale nei neonati

In questo articolo

Pulizia del nasino del bebè, come si fa

Pulire un nasino chiuso con grande probabilità consentirà al bambino di respirare, mangiare e dormire meglio.

Per la pulizia del nasino è possibile usare la "siringa a bulbo di gomma" presente nel kit per neonati che i neo genitori acquistano o ricevono dall'ospedale. Questa funziona abbastanza bene. Ma ci sono anche alcuni nuovi prodotti sul mercato che potrebbero essere ancora più efficaci nel rimozione del muco: si può fare una ricerca online per "aspiratore nasale".  

Soluzione salina e aspiratore nasale, come usarli

  1. SOLUZIONE SALINA. È possibile iniziare la pulizia mettendo un po' di soluzione salina nasale nel nasino del bambino: ciò ha lo scopo di inumidire e sciogliere il muco (prima dell'aspirazione). Potete acquistare la soluzione salina in farmacia o prepararla facilmente a casa sciogliendo 1/4 di cucchiaino di sale nell'acqua tiepida. Preparatene una quantità fresca ogni giorno e conservatela in un barattolo di vetro pulito e coperto (se l'acqua viene dal rubinetto, fatela bollire prima per sterilizzarla). Specificamente, posizionate delicatamente il bambino con il mento leggermente inclinato verso l'alto. Mettete una o due gocce di soluzione salina in ciascuna narice con un contagocce (o spruzzatela una o due volte con uno spray), cercando di tenere ferma la testa del bebè per circa dieci secondi. Pulite il contagocce dopo ogni utilizzo.
  2. ASPIRATORE NASALE. La stessa soluzione salina può alleviare la congestione del bambino. Ma se il nasino è ancora chiuso dopo pochi minuti, provate con l'aspiratore nasale.  

Pulizia del nasino del bebè, come si usa la siringa a bulbo di gomma

Spremete innanzitutto l'aria dal bulbo della siringa (che è l'aspiratore nasale in questo caso) per creare un vuoto. Inserite successivamente con delicatezza la punta di gomma in una narice.

Rilasciate molto lentamente il bulbo per aspirare il muco. Rimuovete poi la siringa e spremere con forza il bulbo per espellere il muco su un fazzoletto. Pulite la siringa e ripetete la procedura per l'altra narice.

Se il bambino ha ancora la congestione nasale dopo cinque-dieci minuti, applicate di nuovo le gocce di soluzione salina e aspirate ancora. Non aspirate però il muco dal nasino del bambino più di due o tre volte al giorno, o creerete irritazione. E non usate le gocce saline per più di quattro giorni di fila perché possono seccare l'interno del naso, peggiorando così la situazione.

Ricordate che questo processo dovrebbe essere delicatissimo. Se aspirate il muco in modo troppo aggressivo, i tessuti nasali potrebbero infiammarsi (o addirittura sanguinare), peggiorando la congestione. Se il bambino fa resistenza, lasciatelo stare per un po' e riprovate più tardi.

Siringa a bulbo di gomma, come si pulisce

Lavate bene la siringa a bulbo di gomma con acqua calda e sapone dopo ogni utilizzo, accertandovi di pulire anche l'interno.  

Sciacquate bene più volte con acqua tiepida e pulita. Mettete poi la siringa, con la punta rivolta verso il basso, in un bicchiere ad asciugare.

Nuovi aspiratori nasali, come si usano

I nuovi aspiratori nasali sono costituiti da un beccuccio da posizionare all'apertura della narice del bebè, da un lungo pezzo di tubo morbido al centro e un boccaglio all'altra estremità. Occorre poi che usiate la vostra bocca per aspirare delicatamente il muco dal naso del bambino. Un filtro nel tubo blocca i batteri e vi impedisce di inalare eventuali germi. Il dispositivo può essere smontato e lavato con acqua calda e sapone.

Questi prodotti vengono forniti con istruzioni complete sul loro uso. Potrebbero costare un po' di più, ma alcuni genitori li trovano più efficaci, meno invasivi e più facili da usare rispetto ad una siringa a bulbo.

Quale aspiratore nasale scegliere

La scelta è personale e soggettiva:

  • gli aspiratori nasali con la pompetta sono pratici, comodi da usare, hanno dei filtri monouso in dotazione che permettono di ponderare la forza di aspirazione e impediscono l'arrivo del muco in bocca. Si vendono in pratici kit completi di ricambi;
  • l'aspiratore nasale elettrico costa un po' in più ma ha diverse velocità.

Quante volte si può usare l'aspiratore nasale?

Il consiglio dei pediatri è di usare l'aspiratore solo se il bambino ha una congestione nasale che gli impedisce di respirare bene, comunque mai più di due, tre volte al giorno. Inoltre consigliano di usare una goccia di soluzione fisiologica prima di procedere con l'aspirazione in modo da ammorbidire il catarro.

Revisionato da Francesca Capriati

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli