Video

Come tornare in forma dopo il parto (VIDEO)

Di Alice Dutto
mangiaresano.600
3 agosto 2015 | Aggiornato il 5 aprile 2016
L'alimentazione post partum deve essere sana e bilanciata e prevedere tre pasti principali e due spuntini nel corso della giornata. Ecco tutti i consigli dell'esperta
 

La chiave per ritrovare la linea dopo la gravidanza è quella di darsi del tempo, dai sei mesi a un anno, e mantenere un'alimentazione sana ed equilibrata, facendo anche attività fisica.

 

Sono questi i consigli della dietista Lidia Lewandowski del programma Nutrimamma del Centro Internazionale per lo Studio della Composizione Corporea (Icans) dell'Università degli Studi di Milano.

 

 

Come deve essere l'alimentazione post partum?

 


La nostra alimentazione deve essere il più possibile varia ed equilibrata. Questo vuol dire che durante il giorno bisogna assumere tutti i macro-nutrienti – carboidrati, proteine e lipidi – ma anche i micro-nutrienti, come minerali e vitamine.

 

LEGGI ANCHE: Depressione post partum, sintomi e cause

 

 

Un esempio di dieta?

 


In tutti i pasti non deve mai mancare una fonte di carboidrati: così a colazione si possono mangiare dei cereali o delle fette biscottate, e qualche volta anche dei biscotti; a pranzo un bel piatto di pasta o di cereali come riso, orzo e farro, prediligendo sempre la forma integrale che ci sazia di più; infine, a cena si può variare scegliendo del pane, o dei sostituti tipo delle gallette, in accompagnamento a un secondo a base di pesce, carne o legumi.

 


Il segreto poi per evitare di arrivare troppo affamate ai pasti – e quindi poi rischiare di mangiare troppo o scegliere cibi ipercalorici – è quello di fare due spuntini tra un pasto e l'altro, uno a metà mattina e uno nel pomeriggio. Le scelte sono tante: va benissimo una porzione di frutta, uno yogurt, un pacchetto di cracker o una barretta di cereali. Sono tutte soluzioni pratiche e veloci che ci consentono di spezzare un po' la fame.

 

 

Quale attività fisica abbinare alla dieta suggerita?

 


Oltre a una sana alimentazione è importante anche non avere uno stile di vita sedentario e quindi praticare dell'attività fisica. Si può iniziare introducendo una camminata di trenta minuti, non meno di due volte alla settimana, meglio se tutti i giorni. Più in là nel tempo, si può passare ad attività aerobiche più sostenute, come il nuoto o corsi di ginnastica, per circa 45 minuti, due volte alla settimana.

 

 

Quanto tempo occorre per rimettersi in forma?

 


Il consiglio è quello di non avere fretta: il corpo ha subito un grande cambiamento nei nove mesi di gravidanza ed è quindi giusto lasciargli il tempo di riprendersi. Ci possono volere dai sei mesi all'anno per tornare al peso pre-gravidico.

 


Questo si riflette anche sull'alimentazione: non avere fretta significa evitare diete drastiche o pasti sostitutivi. Pensate soltanto a nutrirvi in modo corretto e sano e i risultati arriveranno.

 

Dal forum, leggi anche i consigli sul post parto