Salute bambini

Corso di pronto soccorso pediatrico, in 33 minuti

bimbochegattonaincasa
16 Ottobre 2014
"I nostri bambini. Come proteggerli, come soccorrerli”: il corso di prevenzione e primo soccorso pediatrico è un progetto non profit a cura di Annamaria Testa, nota pubblicitaria, fatto in collaborazione con l’Ospedale Buzzi di Milano. Una prima edizione era stata realizzata nel 2003. Questa è la seconda edizione. La voce del video è l’attrice Lella Costa. Il corso spiega come evitare gli incidenti a casa e in auto. Come intervenire in caso di ferite, scottature, colpi di sole... e come praticare le manovre di rianimazione quando serve. 
Facebook Twitter Google Plus More

Torna, dieci anni dopo la prima edizione, il video “I nostri bambini. Come proteggerli, come soccorrerli”. Il video è nato nel 2003 da un progetto non profit di Annamaria Testa, nota pubblicitaria, desiderosa di fare qualcosa di concreto per ridurre la piaga dei 20mila incidenti domestici che ogni anno in Italia coinvolgono i bambini, e per insegnare come intervenire quando gli incidenti sfortunatamente accadono.

 

Il video - si legge in un comunicato - si rivolge a genitori, nonni, babysitter, maestre, fratelli più grandi e a quanti hanno a che fare con i bambini.

 

In 33 minuti copre un’ampia gamma di rischi potenziali e insegna sia a prevenirli, sia a intervenire nei casi gravi, quando pochi minuti fanno la differenza tra la salvezza e l’invalidità o la morte. Questa produzione, supportata dalla Fondazione Buzzi Onlus, rivista e aggiornata secondo le nuove indicazioni europee in materia di pronto soccorso pediatrico, e certificata da tutti gli enti preposti, accompagna lo spettatore in un percorso alla scoperta dei principali pericoli e insidie che si nascondono nelle varie stanze di casa.

 

Ogni anno, infatti, migliaia di bambini, soprattutto sotto i 4 anni di età, sono vittima di incidenti domestici, purtroppo a volte invalidanti o letali: prese elettriche, detersivi, farmaci

incustoditi, ante e spigoli vivi, oggetti piccoli, taglienti o appuntiti, scale e balconi possono mettere in serio pericolo i nostri figli.

 

La voce del video è dell'attrice Lella Costa. Dieci anni fa la cassetta con la prima versione

del video aveva avuto una diffusione di 1 milione di copie, grazie alla collaborazione di Telecom e Mondadori.