Home Neonato Cura e salute

Covid-19, neonati contagiati a Napoli. L'appello di un medico: "Tutelate i neonati"

di Sara De Giorgi - 27.10.2020 - Scrivici

neonati
Fonte: Shutterstock
Un medico del Santobono di Napoli, Vincenzo Tipo, ha lanciato l'allarme sulla sua pagina Facebook dopo aver riscontrato la positività al virus Covid-19, nell'ospedale, di diversi bambini di età compresa tra 0 e 3 mesi.

Il primario del pronto soccorso dell'ospedale pediatrico Santobono di Napoli, Vincenzo Tipo, ha lanciato l'allarme dopo aver riscontrato la positività di numerosi bambini - anche piccolissimi - al virus Covid-19. 

Nelle ultime settimane ci sarebbe stata, infatti, un'impennata dei casi positivi in età pediatrica (da 0 a 15 anni): ogni giorno, secondo Tipo, 4 o 5 bambini risulterebbero positivi al tampone. Quasi tutti non hanno sintomi che destano preoccupazione, ma è emerso che il 50% di loro sono bambini di età 0-3 mesi con madri risultate negative al Covid-19.

Neonati contagiati all'ospedale Santobono di Napoli

Secondo il dottore Tipo, è molto probabile che il contagio sia intrafamiliare, ma che non sia verticale, dunque passato da madre a figlio).

Vincenzo Tipo, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook personale, ha scritto: "Per essere chiari i bimbi vengono contagiati da persone, in casa, diverse dalle madri. Secondo noi il fenomeno è da ricercare nella cattiva abitudine di frequentare spesso ed insistentemente una casa dove c'è un neonato o un lattantino, di sbaciucchiarlo continuamente, di passarselo di braccia in braccia e di fare tutte quelle moine a noi tutti fin troppo note. Questo non è più possibile! Il bambino piccolo è un organismo fragile e suscettibile pertanto va tutelato, protetto e non esposto a un potenziale pericolo".

Nel post il medico suggerisce anche alcune regole da seguire quando in casa c'è un neonato o un bimbo di pochi mesi:

  1. "limitare, se non evitare, visite di parenti, amici, conoscenti e vari;
  2. vietare a tutti (compreso padre e fratelli) di stare vicino al bimbo senza indossare una mascherina;
  3. non lasciare baciare il bimbo;
  4. manipolare il bambino solo dopo aver lavato le mani ed usato un gel idroalcolico;
  5. tenerlo, per quanto possibile, in un ambiente tranquillo e poco frequentato;
  6. arieggiare spesso l'ambiente di soggiorno".

ECCO IL SUO POST PUBBLICATO SU FACEBOOK:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli