Nostrofiglio

TESTA

Crosta lattea: quando va via?

m1300369-cradle_cap_on_the_scalp_of_eight_week_old_baby

21 Gennaio 2015 | Aggiornato il 10 Agosto 2016
Le crosticine (o squame) sulla testa del neonato sono dovute alla cosiddetta “dermatite seborroica”. È una manifestazione benigna comunemente nota come crosta lattea. Di solito scompaiono spontaneamente entro il quarto mese

Facebook Twitter Google Plus More

Le crosticine (o squame) sulla testa del neonato sono dovute alla cosiddetta “dermatite seborroica”. È una manifestazione benigna comunemente nota come crosta lattea. 

 

 

La crosta lattea è dovuta all’attività delle ghiandole sebacee che lavorano su stimolazione degli ormoni materni, trasmessi al bambino durante la gestazione. 

 

Questi ormoni vengono eliminati piuttosto velocemente dall’organismo del bebè e le ghiandole sebacee, di conseguenza, smettono di funzionare fino alla pubertà, determinando la scomparsa del fenomeno, in genere, entro il quarto mese. 

 

Di solito le piccole squame si localizzano sulla testina, ma possono arrivare alla fronte e alla sopracciglia. Non occorre consultare subito il pediatra perché la dermatite seborroica non ha mai conseguenze significative. Nell’attesa che la situazione si risolva, si possono eliminare le crosticine a mano a mano che si formano usando con mano leggera una garza inumidita con olio di mandorle. La testina può essere lavata ogni giorno, durante il bagnetto.

 

#Non è vero che la crosta lattea dipende da quello che mangia la mamma che allatta al seno. La mamma che allatta può dunque continuare con la sua alimentazione abituale.

 

(Consulenza della Società italiana delle Cure Primarie Pediatriche)

 

GUARDA ANCHE: