Home Neonato Cura e salute

Esogestazione, cos'è

di Sveva Galassi - 01.02.2022 - Scrivici

mamma-e-bebe
Fonte: Shutterstock
L'esogestazione è il periodo di gestazione del bebè nei nove mesi dopo la nascita. Scopriamo di più su questo termine e sul suo significato.

La gestazione è il periodo di tempo che intercorre tra il concepimento e la nascita. Durante questo periodo, definito più specificamente endogestazione, il bambino cresce e si sviluppa nel grembo materno. Si definisce invece esogestazione il periodo di gestazione del bebè dopo la nascita. 

Cerchiamo di capire meglio cosa s'intende con il termine "esogestazione".

In questo articolo

Gestazione, le due fasi

L'età gestazionale è una definizione comunemente adoperata per descrivere quanto è lunga la gravidanza. Si misura in settimane, dal primo giorno dell'ultimo ciclo mestruale della donna alla data corrente. Una gravidanza normale può variare e durare dalle 38 alle 42 settimane. I bambini nati prima delle 37 settimane sono considerati prematuri. 

Specificamente, l'età gestazionale può essere identificata anche dopo la nascita del bebè: quando il piccolo è ancora nel grembo materno si parla di endogestazione, mentre con il termine esogestazione si intende invece il periodo di gestazione dopo la nascita.

Prima della nascita (endogestazione), il medico utilizzerà gli ultrasuoni per misurare le dimensioni della testa, dell'addome e del femore del bambino. Questi esami offrono una panoramica sulla crescita del bambino nel grembo materno.

Dopo la nascita, l'età gestazionale (esogestazione) può essere misurata osservando il peso del bambino, la lunghezza, la circonferenza della testa, i segni vitali, i riflessi, il tono muscolare, la postura e le condizioni della pelle e dei capelli.

Esogestazione, cos'è

Il bebè, rimasto per nove mesi nel grembo materno, non può essere considerato completamente maturo dopo la nascita. 

Per questo motivo nei move mesi che invece seguono la nascita - compresi nel periodo dell'esogestazione - il neonato tende a ripetere comportamenti e sensazioni messi in atto durante la sua vita prenatale. 

Fondamentale è supportare al massimo il bebè nei nove mesi dopo il parto, affinché possa maturare e sentirsi presto sereno e disinvolto. 

In generale, quando termina l'esogestazione il bebè è pronto per l'espolorazione del mondo, iniziando a gattonare e a conoscere nuovi sapori, e "comunicando" ai genitori che è arrivato il momento di sperimentare per la prima volta un po' di indipendenza.

Fonti: 

https://medlineplus.gov/

https://www.msdmanuals.com/

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli