Home Neonato Cura e salute

Il neonato morde: che cosa fare?

di Luisa Perego - 29.06.2022 - Scrivici

primi-dentini-20-
Fonte: Shutterstock
Arriva il primo dentino e con quello arrivano i morsi. Il neonato morde senza farlo apposta, ma più aumentano i denti, più fa male. Come comportarsi

Il neonato morde

All'inizio è tutto un gioco. Il neonato morde la spalla, la guancia, magari anche il capezzolo della mamma. Se le prime volte (capezzolo a parte!), può sembrare una cosa simpatica, più passa il tempo più questo comportamento può dare fastidio. Si diventa "un anello per la dentizione umano". Come fare quindi? Come rendere comprensivo un divieto a un bambino così piccolo?

In questo articolo

Perché morde

Il neonato morde per sperimentare, per gioco, perché per lui è naturale testare i suoi nuovi dentini e sperimentare le reazioni che suscita. Morde e addenta ogni superficie a sua disposizione, quindi. . . anche voi. Non vuole fare male apposta. Non lo fa apposta. E non lo fa con malizia o cattiveria.

Come fare per non far diventare questa un'abitudine? E' normale cercare di tirarsi indietro quando il piccolo lo fa. A maggior ragione se ad essere preso di mira è il seno della mamma. In quel caso, sono dolori. . .

Il morso provoca una reazione

Il bebè capisce anche che una sua azione provoca una reazione. Se la prima volta che vi ha morso avete sorriso o pensavate fosse dolcissimo. . . lui lo comprende. E lo ripeterà.

E ancora, ogni volta che vi morde, come vi comportate? Dite "Ahi, ahi" con la faccia seria? Anche una vostra reazione negativa è pur sempre una reazione che rinforza l'abitudine. Perché il bambino la troverà divertente o la prenderà come una sfida.

Come comportarsi?

Come comportarsi quindi per farlo smettere e fare in modo che anche lui capisca il messaggio? Senza titubanza, con calma e decisione, allontanate il bimbo e dite "No, non si morde". Siate seri e decisi.

Potete anche dire "I morsi fanno male", senza poi dilungarvi troppo sui motivi, perché non capirebbe. Poi distraetelo e mettetevi a fare altro. Cantate una canzoncina, fate un altro gioco.

Alla fine, comprenderà il messaggio. Mordere non sarà più così divertente.

Che cosa fare se morde quando è stanco, desideroso di attenzioni o nervoso?

In questo caso, meglio giocare d'anticipo ed evitare questi fattori scatenanti. Potete anticipare il sonnellino se lo vedete particolarmente stanco, coccolarvi se ha bisogno di relax o dargli una merenda più sostanziosa a metà mattina per non arrivare affamati al pranzo.

Quando il bimbo morde, pur se 'scherzando', la disapprovazione del genitore deve essere evidente (vietato ridere!). Ma le parole, da sole, non bastano, soprattutto se il bambino ha dai due anni in su.

Occorre bloccarlo fisicamente, guardarlo dritto negli occhi e comunicare a livello non verbale il divieto.  E mai rimproverare un bambino da lontano e senza contatto visivo: se non c'è relazione fisica il messaggio fatica ad arrivare.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli