Home Neonato Cura e salute

Il peso alla nascita di un neonato: da cosa dipende e come cresce nei primi mesi?

di Penelope Greco - 10.02.2021 - Scrivici

peso-alla-nascita
Fonte: Shutterstock
Quanto deve essere il peso alla nascita? Come cresce il neonato nei primi mesi? Andiamo a scoprire da cosa dipende il peso di un bambino.

Il peso alla nascita è la prima informazione che viene chiesta quando viene al mondo un nuovo bambino. Un bel peso è da sempre simbolo di bambino sano, forte e quindi in ottima salute. Il peso medio dei neonati a termine, quindi nati tra le 37 e le 41 settimane è di circa 3,4 Kg. Questo può dipendere dal sesso (di solito i maschi nascono più grandi) e dalla crescita durante la gravidanza. I bambini più a rischio sono quelli che nascono molto piccoli perché un neonato può perdere fino al 10% del peso alla nascita (il calo ponderale). Ma cosa influenza il peso del bambino alla nascita?

In questo articolo

Peso alla nascita: fattori ambientali

I fattori ambientali sono quelli come lo stile di vita e l'alimentazione della madre. Un apporto nutrizionale inadeguato ed l'utilizzo di fumo, alcool o sostanze stupefacenti possano influenzare negativamente la crescita fetale. Ecco perché è meglio prevenire e parlarne con il proprio medico per scegliere insieme una dieta equilibrata.

Fattori materno placentari fetali

Un normale funzionamento del sistema di scambio tra la madre e il feto, espressione di una corretta formazione della placenta, è fondamentale per assicurare una adeguata nutrizione fetale. Alterazioni nella formazione, e conseguentemente nella funzione della placenta, possono compromettere o rendere inadeguato il trasporto di nutrienti e ossigeno al bambino.

Fattori genetici

Secondo uno studio condotto nell'ambito dei progetti DYNAHEALTH, LIFECYCLE, EDCMET, EUCAN-Connect e CAPICE, finanziati dall'UE, la genetica svolge un ruolo importante nel determinare il peso basso o elevato alla nascita. Lo studio ha dimostrato che la genetica di madre e figlio nella maggior parte dei casi influisce sul peso dei bambini nati a termine, se tali bambini rientrano nel 10 % più basso o più elevato del range di peso alla nascita.

Neonato sottopeso o sovrappeso: le cause

Il neonato può essere nato sottopeso se nasce pre-termine, quindi prima della 37esima settimana di gestazione o a causa di un ritardo di crescita intrauterino.

Per quanto riguarda invece le madri diabetiche, obese o con un incremento di peso eccessivo in gravidanza, è più facile partorire un neonato sovrappeso. Ecco perché durante la gravidanza è utile seguire una corretta alimentazione, adeguata alla corporatura e al peso della mamma. Nelle mamme che sviluppano il diabete gestazionale il controllo della glicemia, con effetti benefici sul controllo della crescita fetale, è resa possibile con una dieta specifica. L'esame della curva glicemica viene generalmente prescritto tra il secondo e il terzo trimestre di gravidanza, quindi tra la 26esima e la 28esima settimana di gestazione. È meglio ripetere l'esame della glicemia prima del parto per valutare lo stato di salute in vista di un'eventuale anestesia per cesareo.

Come cresce il peso nei primi mesi

Ma quanto deve crescere il bambino nel primo anno?

Per i primi 2-3 mesi, l'aumento di peso mensile dovrebbe essere di almeno 150 grammi a settimana, quindi circa 600 grammi al mese.

Al sesto mese il peso medio raggiunto dal bambino corrispondente al 50° percentile sarà di 7,2 kg circa per le femmine e di 7,9 kg circa per i maschi.

A 12 mesi il peso medio raggiunto corrispondente al 50° percentile sarà di 9,5 kg circa per le femmine e di 10,3 kg circa per i maschi. Attenzione però che solo il pediatra potrà valutare se la crescita del neonato procede nella normalità.

Cosa sono i percentili di crescita

Quando si misura la crescita del neonato si fa riferimento alle cosiddette "tabelle dei percentili" o curve di crescita, ossia dei grafici dove si possono leggere i valori percentuali di peso e altezza dei bambini distinti per sesso ed età. La curva del grafico che corrisponde al 50° percentile rappresenta la "media" della popolazione. Il pediatra misura quindi peso ed altezza del neonato posizionandolo sul grafico ad ogni visita e calcola i percentili. In questo modo si formerà una curva per vedere la crescita del bambino, la linea detta "curva di crescita".

Fonti articolo: Cordis Europa e Poliambulatori San Gaetano

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli