Home Neonato Cura e salute

Infezione vie urinarie neonato: cause e cosa fare

di Niccolò De Rosa - 04.01.2022 - Scrivici

infezione-vie-urinarie-neonato-cause-e-cosa-fare
Fonte: Shutterstock
Infezione vie urinarie neonato: come si manifestano e quali sono le cause. Quali sono i trattamenti e i rimedi per curarle

Se il bambino perde improvvisamente l'appetito, manifesta attacchi febbrili e disturbi durante la minzione, allora potrebbe esserci in corso un'infezione delle vie urinarie, un fenomeno piuttosto comune durante l'infanzia ma che non va affatto sottovalutato.

In questo articolo

Infezioni vie urinarie neonato: cosa sono?

Le infezioni delle vie urinarie sono un disturbo causato dall'azione di batteri che riescono ad introdursi attraverso l'apparato urinario e iniziano a proliferare. Tale infezione può implicare sintomi differenti in base alla zona colpita e all'aggressività dei batteri coinvolti.

  • Batteriuria asintomatica: condizione benigna in cui i batteri presentano una bassa virulenza e dunque non scatenano sintomi rilevanti. Non richiede trattamento a meno che il bimbo sia immunodepresso.
  • Infezioni acute o cistite acuta:infezioni che colpiscono localmente vagina e pene e possono provocare febbri leggere. È più frequente nelle bambine di età prescolare.
  • Infezioni ricorrenti: sono spesso associate a disfunzioni vescicali e/o dello sfintere uretrale esterno. Possono essere accompagnate da stipsi, ossiurasi (infezione parassitaria intestinale), reflusso vescico-ureterale e disturbi nella minzione.
  • Infezione delle alte vie urinarie o pielonefrite acuta (PNA): generalmente causano febbre elevata e, talvolta, dolori lombari o addominali. Spesso è causata da malformazioni delle vie urinarie o a disfunzioni vescico-sfinteriali.

I bambini sono particolarmente soggetti a questo tipo d'infezioni, soprattutto nei primi tre anni di vita.

Infezione delle vie urinarie nei neonati

Nei neonati i sintomi possono essere più lievi, anche nel caso della pielonefrite acuta, tuttavia i danni possono essere maggiori in quanto i batteri, se non trattati, rischiano di arrivare al tessuto renale e danneggiarlo gravemente. Dunque, in caso di febbre alta senza altri sintomi, è importante sottoporre subito il bebé ad un esame delle urine per accertare la situazione.

Le possibili cause

Non è affatto raro che i neonati affetti da infezioni alle vie urinarie presentino anomalie nello sviluppo del sistema urinario, cosa che li rendono più esposti a contrarre tali problemi. Tra queste disfunzioni, la più comune è il reflusso vescicoureterale, un'anomalia tra i condotti che collegano i reni alla vescica e che permette all'urina di refluire dalla vescica al rene. Anche costipazioni e/o diarree frequenti potrebbero aumentare le probabilità d'infezione.

Vi sono inoltre anche alcuni cattivi comportamenti che possono innalzare sensibilmente il rischio di venire a contatto con batteri nocivi per il tratto urinario, come un igiene intimo scadente, l'utilizzo di biancheria non asciutta o l'uso di bagnoschiuma troppo aggressivi.

I sintomi

I neonati affetti da infezione delle vie urinarie possono anche non presentare sintomi oltre la febbre. Tuttavia non è insolito l'insorgere di:

  • Inappetenza
  • Disturbi gastroenterici
  • Dolori (e pianto) durante la minzione
  • Urine che emanano cattivo odore
  • Ittero
  • Arrossamento delle cosce

Naturalmente la sintomatologia varia in base al tipo d'infezione in corso (cistiti o pielonefriti). In presenza di questi sintomi, dunque, è bene rivolgersi al medico.

Diagnosi

Come già accennato, la presenza di una sintomatologia associata all'infezione delle vie urinarie dovrebbe spingerei genitori del piccolo ad un consulto medico. Infatti la diagnosi di questo tipo di malattie richiede il ricorso ad esami specifici quali l'urinocoltura e l'esame delle urine.

Per i neonati il prelievo delle urine avviene inserendo un tubicino nella vescica attraverso il meato uretrale. Con i bimbi più grandi - che non usano più il pannolino - invece si ricorre ad un normale prelievo della pipì facendo urinare il bambino in un contenitore sterile.

In caso di infezioni urinarie ricorrenti è possibile che il medico predisponga altri esami come ecografie dei reni o radiografie effettuare durante la minzione.

Infezioni vie urinarie neonato: il trattamento

Trattandosi di infezioni causate da batteri, la soluzione più diffusa è il ricorso a farmaci antibiotici (talvolta accompagnati anche da antidolorifici, naturalmente previa prescrizione del medico) da assumere per via orale. Raro, ma non impossibile, che alcuni neonati con anomalie del tratto urinario debbano essere sottoposti a trattamento chirurgico.

Idratare il bebé (somministrando liquidi ogni2/3 ore) e lasciarlo il più possibile senza pannolino per evitare irritazioni sono buone pratiche per facilitare il processo di guarigione.

FONTI: Ospedale Bambino Gesù; MSDManuals, Uppa.it

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli