Home Neonato Cura e salute

Le visite di controllo del neonato: i “bilanci di salute”

di Valentina D'Andrea - 11.08.2020 - Scrivici

visite-di-controllo-del-neonato-da-0-a-12-mesi
Fonte: Shutterstock
La valutazione della crescita nei neonati: quando vengono fatte le visite di controllo e che cosa si valuta da 0 a 12 mesi

Le visite di controllo dal pediatra oggi vengono chiamate con il più esplicativo nome di "bilanci di salute". Consistono in una serie di valutazioni che il pediatra effettua per verificare che lo sviluppo-psicofisico, di cui fanno parte anche la capacità visiva e uditiva, avvenga in modo regolare.

Nel corso di questi controlli il pediatra prende in esame il peso e la statura del piccolo, per stabilire se l'aumento avviene a un ritmo soddisfacente; osserva poi in che modo il bambino reagisce ai suoni ed effettua piccoli test visivi. Durante i primi controlli  esegue anche la manovra di Ortolani, che serve a controllare che non vi siano anomalie a carico delle anche.

Ecco dunque il calendario completo dei bilanci di salute nel primo anno di vita, da 0 a 12 mesi. 

In questo articolo

I controlli da 0 a 4 mesi

1 mese di vita

Il primo controllo si effettua nel primo mese di vita. Durante questa visita il pediatra pesa il bambino e misura la sua statura e la sua circonferenza cranica. Esegue anche la manovra di Ortolani e controlla fontanella, vista, udito, genitali. Se ce ne sono, si sofferma su eventuali malformazioni congenite come piede torto o difetti cardiaci.

Parla ai genitori di alimentazione, illustrando i benefici dell'allattamento al seno e ascoltando eventuali dubbi in merito. Se la mamma, per varie ragioni, non allatta al seno, si sofferma invece sul latte artificiale. Alcune regioni prevedono anche l'esecuzione di un elettrocardiogramma a 4-5 settimane di vita (in questo caso da eseguire in ambulatorio ospedaliero). 

2/3 mesi di vita

A volte si tratta della prima visita, e allora il pediatra fa tutto quanto descritto per il primo mese. Altrimenti, ripete comunque le indagini di base: esame fisico, crescita, valutazione psicomotria, stato cardiovascolare. Si parla di vaccinazioni. E' anche il momento dell'ecografia delle anche, benché non si tratti di uno screening previsto per tutti. 

I controlli da 5 a 8 mesi

6 mesi di vita

Di nuovo si effettuano esame fisico e valutazione psicomotoria e sensoriale (per esempio, il pediatra effettua indagini per verificare la simmetria del movimenti compiuti dagli occhi) e si controllano le vaccinazioni. Se non è stato fatto in precedenza, si parla di alimentazione complementare, cioè l'introduzione dei primi cibi oltre al latte (svezzamento). 

I controlli da 9 a 12 mesi

8/9 mesi di vita

Nel corso di questo appuntamento ancora una volta il pediatra misura e pesa il bambino, si informa sulle sue eventuali nuove abilità (gattonare, alzarsi in piedi, pronunciare le prime paroline, afferrare con sicurezza gli oggetti). Può essere eseguito il Boel test per valutare l'udito e le capacità attentive e relazionali del bambino. 

12 mesi di vita

Come nei controlli precedenti, si effettua esame fisico e valutazione psicomotoria e sensoriale; si valuta l'alimentazione del bambino e si illustra la vaccinazione contro morbillo-parotite-rosolia che sarà eseguita a 13-15 mesi. Si forniscono indicazioni sulla prevenzione degli incidenti domestici. 

Revisionato da Valentina Murelli

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli