Home Neonato Cura e salute

Il neonato scotta: come faccio a capire se ha la febbre?

di Valentina D'Andrea - 04.11.2021 - Scrivici

come-capire-se-il-neonato-ha-la-febbre
Fonte: shutterstock
Come capire se il neonato ha la febbre: come misurare la febbre nel neonato, quale termometro usare e quando preoccuparsi se scotta e ha febbre alta

Come capire se il neonato ha la febbre

Il bambino piccolo sembra caldo, arrossato, insofferente: non sempre è semplice usare il termometro sui bambini di pochi mesi e i dubbi sono tanti. Quale termometro utilizzare? Come interpretare la temperatura del bambino? Quando preoccuparsi e soprattutto come capire se il neonato ha la febbre?

Quale termometro usare

Per capire se il neonato ha la febbre occorre usare il termometro. Va benissimo quello elettronico, da mettere sotto l'ascella: è preferibile utilizzare il tipo con asta morbida. La rilevazione nel sederino è sconsigliata.

Molto più costoso il termometro che misura la temperatura nell'orecchio e più difficile da usare. Non sono invece affidabili le striscette per la fronte o i ciucci con termometro incorporato. Il bambino che ha la febbre non deve essere coperto troppo, né esposto a sbalzi di temperatura importanti. Dopo avergli dato l'antifebbrile, se suda è bene scoprirlo.

Cosa dare ai bambini per la febbre

La febbre è uno dei modi dell'organismo per difendersi dalle infezioni, per cui le medicine contro la febbre vanno usate se supera i 38,5 gradi oppure se il bambino, con una temperatura inferiore, appare sofferente oppure molto abbattuto.

La medicina per abbassare la febbre è il paracetamolo. Anche l'ibuprofene è un ottimo antifebbrile ma non va somministrato prima del secondo mese di vita oppure se il bambino è disidratato o ha la varicella.

Paracetamolo ed ibuprofene combattono anche il dolore. Gli antifebbrili vanno dati per bocca, utilizzando i dosatori inseriti nelle loro confezioni e non cucchiai da cucina o misuratori di altri farmaci.

Solo se il bambino vomita ripetutamente si possono usare le suppostine. Un bambino con meno di un mese di vita a cui sale la febbre deve essere visto al più presto da un medico in ospedale. Dopo il mese di vita e fino all'anno, si deve si deve chiedere consiglio rapidamente al pediatra.

Non è vero che in caso di febbre sono utili gli impacchi con ghiaccio. Questo metodo antico sottopone il bambino a uno sbalzo termico che può addirittura far alzare ulteriormente la febbre.

 

GUARDA IL VIDEO

Revisionato da Francesca Capriati

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli