Salute neonato

Neonato, meglio evitare creme "naturali" e profumi

Di Nostrofiglio Redazione
cremaneonato.600
13 agosto 2014
I dermatologi mettono in guardia i genitori sui profumi per bambini e prodotti naturali per la cura del bebè. Meglio preferire lozioni prive di profumo, a base di zinco, saponi che non fanno la schiuma e oli. No alle fragranze per neonati.

Attenzione ai cosmetici che si usano per la cura della pelle del neonato.

 

A lanciare l'allarme sono i dermatologi dell'American Academy of Dermatology, che si sono riunita la scorsa settimana a Chicago in occasione del loro annuale congresso estivo. Gli specialisti mettono in guardia i genitori sull'uso di alcuni prodotti profumati o "naturali" utilizzati senza chiedere prima consiglio al pediatra o al dermatologo. Non bisogna credere che i prodotti venduti come naturali siano migliori. Anzi, spesso non vengono testati su pelle delicate come quelle dei bambini.

 

Bocciati inoltre senza appello i profumi creati per l'infanzia. (Guarda tutti i video sull'igiene del neonato)

 

"Dalle comuni creme alla calendula, generalmente usate dalle mamma quando la pelle del piccolo è arrossata, ai saponi che fanno le bolle e divertono i piccoli, dalle creme idratanti alle erbe ritenute d'istinto più innocue perché naturali, sono moltissimi i cosmetici scelti dai genitori i cui ingredienti però non sono stati ancora testati sulla pelle dei piccoli e 'naturale' non significa affatto più sicuro" spiega all'Ansa Renee Howard, professore di dermatologia alla University of California, San Francisco.

 

"Meglio lozioni prive di profumo, a base di zinco e saponi che non schiumano ed oli al posto dei tensioattivi. Le fragranze infine sono tutte sconsigliate perché aumentano il rischio che il piccolo sviluppi, nel tempo, una dermatite da contatto".

 

Leggi anche: La Ue vieta alcuni conservanti nei cosmetici per la pelle del neonato