Home Neonato Cura e salute

Pelle neonato screpolata perché accade e cosa fare

di Francesca Capriati - 16.03.2022 - Scrivici

pelle-neonato-screpolata
Fonte: shutterstock
Pelle neonato screpolata: perché la pelle di mani, piedi e viso del neonato appare screpolata? Cosa mettere e cosa fare, quando preoccuparsi?

Pelle neonato screpolata

Nel nostro immaginario la pelle del bebè è morbida, setosa, luminosa e fresca. Invece molto spesso la pelle del neonato è imperfetta e arrossata. Non sempre ciò deve essere motivo di preoccupazione: vediamo, quindi, quali sono le principali cause di una pelle screpolata nel neonato e cosa dobbiamo fare.

In questo articolo

Le cause

La pelle del viso del neonato appare squamosa? Come se avesse fatto un peeling? E' normale: il bambino ha trascorso nove mesi immerso nel liquido amniotico e, dopo la nascita, la pelle si esfolia, per poi seccarsi e staccarsi gradualmente. Alcuni fattori possono comunque favorire questo processo. Il primo fra tutti è la vernice caveosa: quando si trova nel grembo materno sulla pelle si sviluppa uno spesso rivestimento simile alla cera, chiamato vernice caveosa, che ha la funzione di proteggere la pelle dal liquido amniotico. Dopo la nascita il neonato viene lavato e gran parte della vernice caveosa viene rimossa, tuttavia è normale che la pelle abbia bisogno di un periodo di adattamento alla vita al di fuori dell'utero.

La vernice caveosa

La vernice caveosa comincia a formarsi intorno alla 17-20esima settimana e durante le ultime settimane di gestazione inizia a dissolversi. Per questa ragione la maggior parte dei bambini che nascono dopo il termine solitamente hanno poca vernice e una pelle più disidratata, perché è stata a contatto con il liquodo amniotico senza protezione.

Ricorda che anche se la pelle del bambino può sembrare squamosa, sotto la vernice caveosa è in realtà morbida e sana.

Abbiamo detto che il prolungato contatto con il liquido amniotico è la causa più comune di desquamazione della pelle del neonato, ma ci sono altre possibili cause, come:

Neonato pelle screpolata cosa mettere

Innanzitutto basta essere pazienti e seguire semplici accorgimenti: ci accorgeremo presto se la pelle screpolata si risolverà spontaneamente oppure se dovesse essere necessario chiamare il pediatra per capirne la causa. Ecco alcune cose che possiamo fare per prenderci cura della pelle del neonato:

  • Bagnetto con avena colloidale: appena potremo fare il bagno al bebè usiamo un cucchiaio di avena colloidale che riduce l'infiammazione e il prurito
  • Idratare la pelle: applichiamo un velo di crema idratante specifica ipoallergenica (facciamoci consigliare dal pediatra) per bambini al mattino e alla sera
  • Mantenere il bambino idratato: non è necessario aggiungere acqua alla sua alimentazione. Il latte materno o quello artificiale sono sufficienti a garantire una corretta prevenzione della disidratazione
  • Evitare sostanze chimiche non necessarie: evitiamo del tutto saponi, detergenti schiumogeni, fragranze e profumi che potrebbero solo contribuire ad irritare la pelle iper sensibile del neonato
  • Scegliamo un abbigliamento adeguato: utilizziamo detersivi per il bucato ipoallergenici e delicati, in modo da evitare una esposizione secondaria a sostanze chimiche potenzialmente irritanti, e acquistiamo indumenti di taglia comoda in fibre naturali come il cotone 100%.

Quando preoccuparsi

E' importante rivolgersi al pediatra se la pelle del neonato:

  • è rossa;
  • si spacca;
  • appare gonfia.

E non sottovalutiamo mai il prurito e la febbre.

Fonti

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli