Home Neonato Cura e salute

I neonati non stanno mai fermi: uno studio spiega il perché

di Nostrofiglio Redazione - 09.01.2023 - Scrivici

perche-i-neonati-si-muovono-sempre
Fonte: Shutterstock
Perché i neonati si muovono sempre? Agitano braccia e gambe continuamente...non stanno mai fermi. Uno studio pubblicato su Pnas ne spiega il perché

In questo articolo

Perché i neonati si muovono sempre

Quando pensiamo ai neonati ci vengono in mente degli esserini tenerissimi che dormono sul grembo delle mamme, che ciucciano dai loro seni e che guardano con occhi curiosi agitando freneticamente gambe e braccia. Ma perché i neonati si muovono sempre quando sono svegli e muovono in maniera agitata gambe e braccia? Ciò che potrebbero sembrare dei movimenti poco sensati, in realtà hanno un loro perchè e rivelano un comportamento esplorativo volto a sviluppare il sistema sensorimotorio, quello che controlla la capacità di movimento e coordinazione. Ce lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista PNAS. 

Lo studio

Lo studio condotto potrebbe essere utile per capire l'origine del movimento, comprendere i meccanismi alla base dello sviluppo motorio e favorire lo sviluppo del bambino intervenendo in anticipo su eventuali disturbi dello sviluppo.

Oggetto di studio sono stati 12 neonati sani di età inferiore ai 10 giorni e 10 neonati di 3 mesi, sia maschi che femmine. Sono stati acquisiti i dati sul movimento di tutto il corpo durante i movimenti spontanei per 60 secondi senza stimolazione esterna con un sistema computerizzato di motion capture tridimensionale.

E' stato costruito un modello muscoloscheletrico infantile di tutto il corpo basato su un modello adulto e un campione scheletrico infantile. Questo ha consentito l'analisi delle attivazioni muscolari e degli input sensoriali propriocettivi in 144 muscoli in tutto il corpo.

I comportamenti umani si ipotizza siano stabiliti sulla base di esperienze della prima fase di sviluppo. In base a ciò, i movimenti spontanei di tutto il corpo, che neonati e lattanti compiono in modo specifico senza uno scopo esplicito come il "vagare sensomotorio", potrebbero contribuire alla strutturazione delle interazioni sensomotorie successivamente osservate in movimenti specifici, come camminare o allungarsi.

In questa ricerca,  vengono fornite informazioni concettuali che collegano i primi movimenti di tutto il corpo all'attività neuronale spontanea che matura in modo autonomo.

Lo scopo di questo studio è stato quello di delineare i modelli spaziotemporali delle interazioni sensomotorie durante i movimenti spontanei nella prima fase di sviluppo per ottenere informazioni sul processo di strutturazione del sistema sensorimotorio.

Gli studi condotti fino a questo momento mostravano come i neonati sviluppassero le funzioni motorie e sensoriali attraverso movimenti rapidi e mirati. Con questo studio si è dimostrato che i movimenti dei neonati sono mossi dalla curiosità in cerca di interazioni sensorimotorie.  Quindi i neonati non ripeterebbero lo stesso movimento fino ad apprenderlo, ma compirebbero tanti altri movimenti, diversi tra loro, spinti dalla curiosità, imparando a muoversi nello spazio. 

Fonti: 

Focus.it

https://www.pnas.org

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli