Primi mesi

Bebè perfetto in 10 mosse

neonato-nanna
08 Luglio 2008
Per il bagnetto basta mettere nell'acqua calda qualche goccia d'olio. Meglio evitare sapone e bagnoschiuma perché seccano la pelle ultrasensibile del bambino.
Facebook Twitter More

1) I prodotti da bagno sono necessari anche per i bambini?

Prima di tutto la cosa più importante: non c'è niente di meglio per il tuo cucciolo che usare solo acqua calda. Infatti la pelle del piccolo non ha bisogno di prodotti per il bagno, perché sapone e bagnoschiuma seccano ulteriormente la pelle. Per bimbi che hanno già una pelle secca si possono versare nell’acqua due o tre gocce di olio di germogli di grano e chi vuole può comprare speciali oli da bagno.Fai attenzione alle sostanze contenute nei prodotti per il bagno, molti prodotti sostanze provenienti dalla formaldeide, profumi di dubbia provenienza o emulsionanti aggressivi. Leggi tutto su: Il bagnetto del neonato

2) Basta lavare il piccolo "a pezzi"?

Sì, perché i piccoli non sono sporchi. Basta strofinare dolcemente il bimbo con un asciugamano non insaponato. Se il tuo piccolo ha la pelle secca, dopo averlo lavaro puoi idratarlo con un'apposita crema non profumata.

3) Come si cura un sederino arrossato?

La cosa migliore da fare è non arrivare al cosiddetto "eritema da pannolino". Per preveniro occorre cambiare spesso il bambino e lavarlo a fondo con acqua. Quando il piccolo purtroppo ha il sederino irritato, dovresti rinunciare più spesso al pannolino, lasciare che il sederino prenda aria e stendere sulla pelle una crema alla calendula. Se la pelle si inumidisce e si formano piccoli noduli con i margini increspati potrebbe trattarsi di un'infezione da funghi: in questo caso dovresti andare assolutamente dal medico. Leggi anche: L’eritema da pannolino

4) Quanto deve durare il bagnetto?

La pelle dei piccoli è molto sensibile, quindi il tempo da dedicare al bagnetto, per bimbi fino ad un anno, non dovrebbe superare i dieci minuti circa. L’acqua deve essere tra i 37 e i 38 gradi (puoi misurarla con l'apposito termometro o immergendo un gomito nell'acqua) e non serve fare il bagnetto troppo spesso.

Nelle prime due settimane dopo il parto il bagnetto è un tabù, perché fino a quando non si rimargina il moncone ombelicale, il piccolo potrebbe prendersi un’infezione facendo il bagnetto.I bambini al di sopra di un anno possono restare in acqua anche per più tempo, anche se è l’acqua col cloro di una piscina. Se però il bimbo è irritato dall’acqua della piscina o se ha una pelle particolarmente sensibile, consulta il tuo medico.

5) Che cosa si può fare con la 'crosta lattea'?

Molte mamme non sanno che cosa fare con la crosta lattea, cioè quella specie di forfora che si forma sulla testa di molti bimbi. Non c’è motivo di preoccuparsi: la "crosta lattea" è completamente inoffensiva e si forma solo finché le ghiandole sebacee non lavorano in modo giusto. Si può comunque lavare la testa del bimbo con olio per bambini e passare delicatamente un pettine dai denti fitti e con le punte arrotondate. LEGGI ANCHE: La crosta lattea: come comportarsi

6) Perché ai bimbi piccoli vengono i brufoletti?

Spesso i brufoletti del piccolo sono causati da un'eccessiva e prolungata sudorazione. Le uniche cose da fare sono:

  • asciugare la pelle del piccolo con molta attenzione, in particolare nelle pieghe.

  • aumentare il numero dei bagnetti e usare detergenti non aggressivi.

  • evitare l'uso del talco che potrebbe ostruire i pori

  • mettere a contatto della pelle del piccolo solo indumenti di cotone o lino, che assorbono il sudore e lasciano traspirare la pelle.

7) Come si lavano i capelli del bebè?

I piccoli non hanno bisogno di shampoo. Facendo il bagnetto i loro capelli fini possono essere lavati assieme a tutto il resto e possono essere curati e puliti con o senza shampoo. Solo quando i capelli del piccolo sono diventati più spessi ha senso usare uno shampoo leggero per bambini. Lo shampoo per bambini è più delicato e rispetta di più la pelle della testa del piccolo rispetto a quanto non faccia uno shampoo per adulti.

8) Quanto deve essere calda l’acqua del bagnetto?

Come detto sopra, l’acqua deve essere tra i 37 e i 38 gradi (puoi misurarla con l'apposito termometro o immergendo un gomito nell'acqua). Il corpo del bimbo è in grado di regolare il calore della pelle solo dal secondo anno di vita, quindi è importante che anche la stanza da bagno sia calda quando il bambino viene fatto uscire dall'acqua.

9) Come faccio a tagliargli le unghiette?

I piccoli a volte hanno delle unghiette molto appuntite con le quali si procurano da soli graffi dolorosi. Con una forbice tagliaunghie con le punte arrotondate si possono smussare un po’ le unghiette delicate. L'operazione è più semplice di quanto si possa pensare, tuttavia, nel caso il piccolo dovesse agitarsi, la manicure si può rimandare a quando dorme. Leggi anche: Le unghie del neonato

10) Come posso pulire le orecchie e gli occhi?

Il padiglione può essere delicatamente passato con l’angolo di un fazzoletto o con un batuffolo di cotone. I bastoncini per le orecchie non servono. Se dovessi trovare crosticine sugli occhi, prendi un batuffolo di cotone e fallo bollire in poca acqua. Dopo averlo fatto intiepidire, strizzalo e passalo sull'occhio del bimbo, dall'angolo interno verso quello esterno. Leggi anche: Le orecchie del neonato: come pulirle

Leggi anche:

Igiene dei bambini

Abbigliamento del neonato

Guida allo svezzamento del bambino

Dal forum: il bebè