Home Neonato Cura e salute

Sudamina: neonato con puntini rossi sotto il mento e sul collo

di Valentina D'Andrea - 03.05.2021 - Scrivici

sudamina-bambino
Fonte: shutterstock
Sudamina neonato: se non è presente febbre e le condizioni generali sono buone puntini rossi sotto al meno potrebbero essere sudamina

Sudamina: neonato con puntini rossi sul collo

Se il neonato ha puntini rossi sotto il mento e sul collo, non è presente febbre e le condizioni generali sono buone, potrebbe trattarsi della cosiddetta sudamina. La sudamina è una reazione al calore e di conseguenza al sudore, ed è molto comune nel primo anno di vita, specialmente in piena estate.

Sudamina: neonato e cause

È dovuta all'ancora imperfetto funzionamento del sistema di termoregolazione dell'organismo. I puntini sono distanziati e lievemente in rilievo e possono estendersi fino al mento, alla nuca e al torace, fino agli arti, soprattutto nelle pieghe.

A volte il bambino con sudamina può essere irrequieto e irritabile perché può avere prurito. Il fenomeno è benigno e destinato a risolversi spontaneamente.

Dove colpisce

La sudamina colpisce soprattutto le zone del corpo che tendono a scaldarsi di più come:

  • il collo,
  • la nuca,
  • l'inguine,
  • le ascelle,
  • le pieghe degli arti,
  • ma nei neonati anche il volto.

Rimedi per la sudamina

Per dare sollievo al bambino basta fargli il bagnetto con acqua e bicarbonato di sodio (mezzo cucchiaio per vaschetta d'acqua). La pelle va asciugata con un panno morbido, tamponando. Sulla zona dei puntini, appena sono passati, si può poi applicare un po' di crema emolliente, non troppo unta. Altri accorgimenti che si possono prendere:

  • Svestitelo, se occorre togliendogli anche il pannolino
  • Usate vestiti leggeri di tessuti naturali
  • Cercate di tenere il bambino in un ambiente fresco
  • Tagliate le unghie al piccolo

#Non è vero che i puntini rossi vanno sempre curati con creme o pomate a base di cortisone.

(Consulenza della Società italiana delle Cure Primarie Pediatriche)

GUARDA ANCHE IL VIDEO:

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli