Home Neonato Cura e salute

Vaccini obbligatori per i neonati nel 2021

di Elena Berti - 08.10.2021 - Scrivici

vaccini-obbligatori-neonati-2021
Fonte: Shutterstock
Quali sono i vaccini obbligatori neonati 2021, quante vaccinazioni vanno fatte nel primo anno di vita e cosa rischia chi non è vaccinato.

Vaccini obbligatori neonati 2021

Da qualche anno la situazione dei vaccini in Italia - come in altre parti del mondo - ha subito una degradazione dovuta al fatto che molti genitori decidono di non vaccinare i propri figli. Per questo il Governo ha reso obbligatoria una serie di vaccini da fare nei primissimi anni di vita, per scongiurare il rischio di epidemie ormai sconfitte in Italia da moltissimi anni, ma pericolose in altre parti del mondo in cui l'accesso alla vaccinazione non è scontata. Quali sono quindi i vaccini obbligatori per i neonati nel 2021?

In questo articolo

Cosa dice la legge sull’obbligo dei vaccini

Il Decreto vaccini a elevato il numero di vaccini obbligatori durante la prima infanzia da 4 a 10, oltre a raccomandarne altri da effettuare entro il sedicesimo anno di età. Come dicevamo, questa legge è stata necessaria a causa del continuo deteriorarsi della scelta vaccinale, che ha portato il paese sotto la soglia del 95%, considerato il punto in cui si ottiene l'immunità di gregge

Per questo dal 2017 i vaccini obbligatori sono più di prima. Ma cosa significa "vaccino obbligatorio"? I genitori o i tutori di un neonato sono tenuti a rispettare il calendario vaccinale affinché il piccolo possa partecipare alle attività in collettività.

Quali sono i vaccini obbligatori per i neonati

Nel 2021, come per il nati dal 2017 in poi, i nuovi nati dovranno sottoporsi ad alcune vaccinazioni obbligatorie, mentre altre saranno soltanto raccomandate. 

Tra le obbligatorie durante il primo anno di vita abbiamo:

  • anti-difterica
  • anti-poliomelite
  • anti-tetanica
  • anti-epatite virale B
  • anti-pertosse
  • anti-Haemophilus influenzae tipo b

Questi vaccini vengono solitamente iniettati tramite combinazione esavalente, cioè in una sola puntura, durante il terzo mese di vita, con un richiamo al quinto e una terza dose all'undicesimo.

Tra i vaccini fortemente raccomandati dal Ministero della Salute per i nati nel 2021 durante il loro primo anno di vita abbiamo: 

  • anti-meningococcica B
  • anti-rotavirus
  • anti-pneumococcica

Queste vaccinazioni si effettuano in più dosi sempre durante il primo anno di vita del bambino, sarà l'azienda sanitaria a stabilire il calendario.

I vaccini dal secondo anno di vita

Nel secondo anno di vita i bambini dovranno sottoporsi ad altri vaccini obbligatori. Quindi se vostro figlio è nato nel 2020 sarà il suo turno, mentre per i nati nel 2021 se ne parlerà a partire dal 2022 (conta ovviamente sempre la data di nascita).

Questi sono:

  • anti-varicella
  • anti-morbillo
  • anti-parotite
  • anti-rosolia

Tutti e quattro prevedono una dose nel secondo anno di vita e una a sei anni e spesso morbillo, parotite e rosolia sono combinati nel cosiddetto trivalente.

Tutte le vaccinazioni, sia quelle obbligatorie che quelle raccomandate, sono gratuite ed effettuate dai centri vaccini della propria azienda sanitaria. Sono loro, di solito, a contattare i neogenitori per comunicare il calendario vaccinale.

Cosa rischio se non vaccino mio figlio

Alcuni genitori, nonostante l'obbligo, restano convinti a non vaccinare i propri figli. Come dicevamo, questo compromette il loro ingresso in collettività: non saranno ammessi all'asilo nido o alla materna, dato che non c'è obbligo di frequenza, ma si tratta solo di una scelta dei genitori. Per le elementari, se non c'è prova di diritto all'esenzione, il bambino non verrà ammesso a scuola. Esiste però l'obbligo di istruzione, perciò dopo il richiamo, se i genitori non si convincono, di fatto pagheranno una multa e i figli torneranno a scuola.

Il rischio più grave non è però la multa: i vaccini sono stati creati per salvare vite umane ed evitare pandemie. Se non si ha paura per esempio del morbillo, basta ricordarsi che ogni anno continua a uccidere migliaia di persone nel mondo e che grazie alla campagna di vaccinazione in Africa la mortalità è scesa del 91%. 

Inoltre, alcuni batteri come lo pneumococco possono portare a un'infezione diffusa degli organi (sepsi) con conseguente Sindrome da disfunzione multiorganica, una condizione che porta alla morte. 

Ricordiamo inoltre che il legame tra vaccino e autismo (che non è una malattia e non si può sviluppare dopo la nascita, ma è una condizione neurologica con la quale si nasce) è stato smentito da moltissimi studi, confermando di trattarsi di una grave frode scientifica che ha minato i progressi fatti per sconfiggere certe malattie. 

I vaccini obbligatori per i bambini nati nel 2021 restano 10 come dal 2017 in poi, ma nel primo anno quelli per legge sono soltanto sei. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli