Home Neonato

Il neonato ha due mesi: il benessere della neomamma

di Valentina Murelli - 14.07.2020 - Scrivici

il-benessere-della-neomamma-nel-secondo-mese-di-vita-del-neonato
Fonte: Shutterstock
Il neonato cresce, ma la fatica è ancora tanta. Importante, dunque, riposare ogni volta che si può e ricominciare a fare movimento

In genere nel secondo mese di vita del neonato tutto diventa più semplice per la mamma (e il papà), se non altro perché ha cominciato a conoscere meglio il suo bambino, a interpretare meglio i suoi segnali e a sentirsi più sicura di se stessa in relazione alla cura del piccolo. Ma attenzione, l'impegno a prendersi cura del bambino non è diminuito poi molto e anche se la mamma può sentirsi via via meno stanca, questo non significa che dovrebbe abusare delle proprie forze, specie se sta ancora allattando.

L'importanza del riposo

Come nei primi giorni dopo il parto, anche per tutto il secondo mese è opportuno che la neomamma riposi ogni volta che può e si faccia aiutare almeno per la gestione della casa. 

L'importanza della sana alimentazione

Mangiare in modo vario ed equilibrato è sempre importante per il benessere psicofisico ed è di grande aiuto anche nei primi mesi dopo il parto, soprattutto se si sta ancora allattando. A questo proposito, è importante sottolineare che durante l'allattamento esclusivo al seno bastano 500 kcal in più al giorno per soddisfare le richieste del bambino in termini di produzione di latte, dunque non c'è bisogno di esagerare. Quanto al tipo di alimentazione, valgono gli stessi consigli validi in gravidanza (e in realtà anche per il resto della vita):

  • sì a carboidrati complessi, come quelli contenuti nei cereali integrali, tutti i giorni
  • verdura e frutta tutti i giorni (almeno quattro porzioni complessive)
  • attenzione a variare le fonti proteiche: non solo carne, uova e latticini ma anche legumi e pesce
  • non dimenticare di bere almeno due litri di acqua al giorno

Non dimenticare l'esercizio fisico

Per il proprio benessere psicofisico è importante anche ricominciare a fare movimento, ma attenzione: non occorre iscriversi in palestra! Uscire a passeggiare all'aria aperta con il bambino, in fascia o in carrozzina, è l'ideale. Si può fare anche in estate o in inverno, scegliendo rispettivamente le ore più fresche e più calde della giornata.

Revisionato da Valentina Murelli

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli