Home Neonato

Il pupazzo del cuore, ovvero l’oggetto transizionale

di Valentina D'Andrea - 18.01.2013 - Scrivici

Peluche_Orsetto_Nanna.1500x1000
È il giocattolo preferito del tuo bambino. Oggetto di transizione, per lui è sinonimo di sicurezza e stabilità

E’ importante che il bambino a partire dai quattro-cinque mesi di vita abbia un pupazzo del cuore, che può essere sia il classico orsacchiotto sia un qualunque altro animale di pezza. L’orsacchiotto deve essere offerto al bambino quando lo si corica per la notte oppure in altri momenti della giornata se occorre consolarlo o tranquillizzarlo. La sua funzione è quella di simboleggiare la mamma e, più in particolare, il calore e le cure che provengono dalla figura materna.

Gli specialisti definiscono questo giocattolo “oggetto transizionale” proprio perché ha il grande potere di trasmettere al bambino il rassicurante messaggio di essere lì a “tenere il posto della mamma che di certo ritornerà”. I pupazzi da preferire sono quelli di stoffa, che a differenza di quelli di peluche, non trattengono la polvere e si possono facilmente gettare in lavatrice.

(consulenza di Leo Venturelli, pediatra di famiglia, autore di numerose pubblicazioni di pediatria ambulatoriale e coautore di libri di divulgazione per genitori tra cui E’ nato un bambino, La grande enciclopedia del bambino, Da 0 a 6 anni, una guida per la famiglia)

Leggi anche:

Quinto mese: nido, nonni o baby sitter, a chi lasciare il neonato?

Quinto mese: neonati, quando si passa al passeggino

Quinto mese: il bebè vuole solo la mamma

Vuoi confrontarti con altre neo mamme? Entra nel forum, sezione Neonato

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli