Home Neonato

La personalità del neonato

di Sara Sirtori - 28.08.2020 - Scrivici

temperamento-bambino
Fonte: Shutterstock
Il neonato inizia a manifestare alcuni tratti di quello che sarà il suo carattere fin dalle prime settimane di vita. Scopriamo cos'è il temperamento e se questo varia a seconda dell'ordine di nascita. Verità e miti da sfatare.

La personalità del neonato

Ogni bambino mostrerà molti tratti della personalità unici sin dalle prime settimane di vita e la scoperta della sua personalità è una delle cose più belle dell'avere un bebè. È molto vivace e attivo oppure un po' pigro? È timido di fronte a una nuova situazione o quando si trova di fronte a nuove persone? Esiste però anche un lato della personalità che ogni individuo porta con sé sin dalla nascita e che dura per tutta la vita: si tratta del temperamento.

I segnali che indicano la personalità del neonato

Troverai indizi sulla personalità del bimbo in tutto ciò che fa, dall'addormentamento al pianto. E' importante conoscere questi segnali segnali per imparare a gestire la sua personalità.

Mentre la maggior parte dei primi tratti caratteriali fanno parte del bagaglio ereditario del neonato, questi possono emergere successivamente nel caso in cui il bambino sia nato prematuramente. I bambini prematuri non esprimono i loro bisogni - come fame, stanchezza o disagio - così chiaramente come gli altri neonati. Possono essere particolarmente sensibili alla luce, al suono e al tatto per diversi mesi. Anche una conversazione giocosa può infastidirli e fargli distogliere lo sguardo. Quando ciò accade, spetta al genitore fermarsi e attendere che il bambino sia pronto e aperto per ricevere ulteriori stimoli. Alla fine, la maggior parte di queste prime reazioni svanirà e i tratti caratteriali naturali del bambino diventeranno sempre più evidenti.

I bambini che pesano meno di 2,5 kg alla nascita (basso peso alla nascita), anche se sono a termine, possono anche essere meno reattivi degli altri neonati. All'inizio potrebbero essere molto assonnati e non sembrare molto vigili. Dopo alcune settimane sembrano svegliarsi, mangiando avidamente ma rimanendo comunque irritabili e ipersensibili agli stimoli tra una poppata e l'altra. Questa irritabilità può durare finché non crescono e maturano ulteriormente.

Cos'è il temperamento?

Il temperamento è lo stile comportamentale del tuo bambino. Determina come i bambini reagiscono alle situazioni e come esprimono e regolano le loro emozioni.

Quali sono le caratteristiche del temperamento?

Negli anni '60, alcuni psicologi  newyorkesi iniziarono il più grande studio sul temperamento mai condotto. È durato tre decenni e ha valutato 131 bambini dall'età dai 3 mesi mesi fino all'età adulta. Alla fine dello studio, i ricercatori hanno proposto le seguenti 9 caratteristiche del temperamento:

  1. Livello di attività: quanto è attivo il bambino
  2. Ritmicità: quanto sono regolari il sonno / veglia del bambino e le routine di alimentazione
  3. Distraibilità: quanto facilmente il bambino può essere distratto da qualcosa che sta facendo
  4. Approccio estroverso/ introverso: come il bambino risponde alle nuove esperienze
  5. Adattabilità: come il bambino si adatta alle nuove situazioni
  6. Capacità di attenzione / persistenza: quanto è persistente il bambino di fronte alle sfide
  7. Intensità della reazione: quanto sono intense le risposte e le emozioni del bambino
  8. Sensibilità: quanto è sensibile il bambino a sapori, consistenze e rumori
  9. Qualità dell'umore: se il bambino ha uno stato d'animo felice e positivo per la maggior parte del tempo o uno stato d'animo sgradevole e negativo per la maggior parte del tempo

Le caratteristiche del temperamento di un bambino emergono molto presto nella vita e diventano più stabili man mano che il bambino cresce.

Quali sono i principali tipi di temperamento?

Come risultato dello studio, gli psicologi hanno stabilito che esistono tre tipi principali di temperamento:

  1. facile
  2. difficile
  3. lento a scaldarsi

Circa il 40% dei neonati e dei bambini ha un temperamento facile, il che significa che si avvicinano prontamente e si adattano facilmente a nuove situazioni, reagiscono leggermente alle cose, sono regolari nel sonno / veglia e nelle routine alimentari e hanno un umore generale positivo. I bambini facili fanno sentire i loro genitori come se stessero facendo un ottimo lavoro.

Circa il 10% dei neonati e dei bambini ha un temperamento difficile, il che significa che si ritirano o sono lenti ad adattarsi a nuove situazioni, hanno reazioni intense, hanno routine irregolari e hanno un umore negativo. Tendono ad avere episodi di pianto lunghi e frequenti. I genitori di bambini difficili possono mettere in dubbio le loro capacità di cura dei bambini e chiedersi cosa stiano facendo di sbagliato.

L'ordine di nascita incide sulla personalità?

La personalità del bambino dipende almeno in parte da quando si unisce alla famiglia. "Se è il primogenito, ha maggiori probabilità di essere un leader di alto livello, come un pilota di linea, un preside o un imprenditore", afferma il dott. Leman. E - non ditelo ai suoi fratelli più piccoli un giorno - anche i bambini più grandi tendono ad essere leggermente più intelligenti. Uno studio norvegese che ha esaminato quasi 250.000 uomini di 18 e 19 anni ha rilevato che in media coloro che erano figli più grandi avevano un QI di tre punti superiore a quello del fratello maggiore successivo e quattro punti superiore a quello successivo.

Per quale motivo? "Il figlio maggiore tiene i suoi genitori tutti per sé per un periodo di tempo", sottolinea Joseph Price, professore di economia alla Brigham Young University, a Provo, Utah. Secondo la sua ricerca, i primogeniti di età compresa tra i 4 ei 13 anni trascorrono 3.000 ore in più con i genitori - circa un'ora al giorno - rispetto a ogni fratello successivo. 

Sebbene i fratelli più piccoli possano passare meno tempo con i genitori, ne traggono vantaggio in altri modi. "Quando arriva un secondo figlio, un fratello maggiore spesso aiuta insegnando a un fratellino o a una sorella ciò che sa", dice il dottor Price. Poiché ha bisogno di competere per attirare l'attenzione, il bambino più piccolo della famiglia tende ad essere più estroverso, sviluppando spesso le sue abilità.

I figli di mezzo spesso diventano maestri della negoziazione e del compromesso, così possono mantenere la pace tra i fratelli più grandi e quelli più piccoli e guadagnare l'approvazione dei genitori. 

Miti da sfatare

  • Mito # 1
    Se il tuo bambino ama il suo ciuccio, probabilmente parlerà tardi.  Sebbene i logopedisti raccomandino di eliminare gradualmente i succhiotti durante le ore di veglia una volta che un bambino inizia a parlare, non c'è alcuna indicazione che i bambini a cui piace succhiare siano inclini a ritardi nel linguaggio.
  • Mito # 2
    Se tuo figlio ha una testa grande, ha un cervello extra intelligente. La circonferenza della testa di tuo figlio non ha nulla a che fare con la sua intelligenza. "La cosa fondamentale è il numero e la qualità delle interconnessioni tra i neuroni", afferma la dottoressa Linda Dunlap.
  • Mito # 3
    Se tuo figlio vuole essere tenuto in braccio tutto il tempo, finirà per essere viziato. Non viziate il bambino coccolandolo troppo e la ricerca ha scoperto che i bambini che hanno un attaccamento ai loro genitori hanno una maggiore autostima e capacità di adattamento.

  • Mito # 4
    Se il tuo bambino storce il naso quando vede verdure, crescendo sarà un tipo schizzinoso. Molti bambini attraversano fasi volubili, quindi continua a introdurre nuovi alimenti. "Se offri delicatamente la stessa porzione di dieci o più volte, alla fine potrebbe mangiarla", afferma il dott. Michele Borba.

  • Mito # 5
    Se il tuo bambino cammina presto o gattona, è destinato ad essere atletico. Un bambino che raggiunge presto le sue tappe motorie potrebbe avere una forza e una coordinazione superiori. "Ma ha bisogno di avere un interesse per lo sport e il desiderio di praticare", afferma il dottor Dunlap.

Fonti per questo articolo:

Healthy Children: Baby's Temperament

AboutKidsHealth: Temperament

Parents: Predict Your Baby's Future

Domande e risposte

Perché è importante conoscere il temperamento del proprio bambino?

Conoscere il temperamento del bambino è fondamentale poiché vi può fornire una preziosa informazione su come poterlo educare al meglio. 

Quando si vede il carattere di un bambino?  

Quando un bimbo compie un anno inizia a manifestare alcuni tratti di quello che sarà il suo carattere, che è condizionato dall'ambiente che lo circonda, dalle esperienze che compie e dal modo in cui reagisce a queste.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli