Home Neonato

Mamma e bambino sono più in sintonia quando la mamma è felice

di Sara Sirtori - 18.12.2019 - Scrivici

mamma-felice-2
Fonte: Shutterstock
Secondo una ricerca dell'Università di Cambridge, quando la mamma è felice le onde cerebrali di mamma e bambino si sincronizzano e questo favorisce l'apprendimento e lo sviluppo del cervello del bambino.

Cervelli in sintonia

I cervelli di mamma e bambino possono lavorare insieme sincronizzando le onde cerebrali quando interagiscono. Il livello di connettività delle onde cerebrali varia in base allo stato emotivo della mamma: quando le mamme esprimono emozioni positive, il loro cervello diventa maggiormente connesso con il cervello del bambino e questo ne favorisce l'apprendimento.

In cosa consiste la ricerca

La ricerca, pubblicata sulla rivista NeuroImage, ha usato un metodo chiamato doppia elettroencefalografia (EEG) per osservare i segnali cerebrali sia nelle mamme che nei bambini mentre interagivano tra loro. Si è scoperto che le mamme e i bambini tendono a sincronizzare le loro onde cerebrali, un effetto noto come connettività neurale interpersonale. Usando un metodo matematico di analisi della rete neurale, i ricercatori hanno potuto constatare come le informazioni scorrevano all'interno di ciascun cervello separatamente e anche come i due cervelli operavano insieme come una rete. Mamma e bambino tendono a trascorrere molto tempo insieme in uno stato emotivo positivo, in cui il loro cervello è molto connesso. Lo studio ha scoperto che l'interazione positiva, che comprende il contatto visivo, migliora la capacità dei due cervelli di operare come un unico sistema.

Afferma il dott. Vicky Leong del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Cambridge, che ha guidato lo studio:

"Dal nostro lavoro precedente, sappiamo che quando la connessione neurale tra madri e bambini è forte, i bambini sono più ricettivi e pronti ad imparare dalle loro madri. In questa fase della vita, il cervello del bambino ha la capacità di cambiare in modo significativo e questi cambiamenti sono guidati dalle esperienze. Utilizzando un stato emotivo positivo durante le interazioni sociali, i genitori possono connettersi meglio con i loro bambini e stimolare lo sviluppo delle  capacità mentali del bambino".

E se la mamma è depressa?

I risultati dello studio suggeriscono anche che, viceversa, i bambini di madri depresse possono essere meno spinti verso l'apprendimento a causa di una connessione neurale debole tra mamma e bambino. Le mamme che soffrono di uno stato mentale persistentemente negativo a causa della depressione clinica, tendono ad avere meno interazioni con il loro bambino. Il loro linguaggio è spesso più piatto nei toni, stabiliscono un contatto molto minore con gli occhi e hanno meno probabilità di rispondere quando il loro bambino cerca di attirare la loro attenzione.

Afferma il dott. Leong:

"Le nostre emozioni cambiano letteralmente il modo in cui i nostri cervelli condividono informazioni con gli altri - le emozioni positive ci aiutano a comunicare in un modo molto più efficiente. La depressione può avere un effetto fortemente negativo sulla capacità di un genitore di stabilire connessioni con il proprio bambino. Tutti i segnali sociali che normalmente favoriscono la connessione sono meno prontamente disponibili per il bambino, che quindi non riceve l'input emotivo ottimale di cui ha bisogno".

L'importanza della comunicazione emotiva

La comunicazione emotiva tra genitori e figli è fondamentale durante la prima infanzia, ma si sa poco delle sue basi neurali.Come "animali sociali", gli esseri umani condividono stati emotivi con gli altri. Questo studio mostra come le emozioni siano in grado di cambiare la connessione tra due individui a livello neurale. I ricercatori affermano che le loro scoperte si applicano a molti altri tipi di legami in cui una persona è molto in sintonia con l'altra, come  coppie, amici intimi e fratelli. È probabile che questo legame dipenda da quanto bene le due persone si conoscono e dal livello di fiducia tra loro.

Fonte: Emotional valence modulates the topology of the parent-infant inter-brain network

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli