Consigli di sopravvivenza

SOS stress: mamma, non prendere tutto come un attacco personale

Di Angela Bisceglia
mamma_arrabbiata.180x120
17 maggio 2013
Le mamme sono portate a colpevolizzarsi facilmente e a pensare sempre di aver sbagliato qualcosa. Togliamoci colpe che non abbiamo e cerchiamo piuttosto di capire che cosa disturba il nostro bambino.

Consulenza della psicoterapeuta Anna Salvo, docente di psicologia dinamica dell’Università degli studi della Calabria e autrice di numerosi libri su tematiche psicologiche femminili.

 

Man mano che il bambino cresce, acquisisce un suo mondo interiore, che non è necessariamente legato a noi. Se a volte non ha fame o se fa i capricci, non pensiamo che ‘ce l’ha con noi’. Le mamme sono portate a colpevolizzarsi facilmente e a pensare sempre di aver sbagliato qualcosa.

 

Togliamoci colpe che non abbiamo e cerchiamo piuttosto di capire che cosa in quel momento disturba il nostro bambino” suggerisce la Salvo: “e questo potremo farlo solo mantenendoci serene. Oltretutto i bambini hanno delle antenne formidabili e captano subito se la mamma ha un cambio di umore o una tensione ed ecco che diventano ancor più capricciosi ed irritabili. È un giro vizioso che si può interrompere, ma non dobbiamo attenderci che sia lui a farlo: tocca a noi”.

 

LE SETTE REGOLE D'ORO ANTI-STRESS

 

1 - La perfezione non esiste!

 

2 - Impara a chiedere aiuto

 

3 - Possessiva, no grazie

 

4 - Sul lavoro devi darti delle priorità

 

5 - Coltiva la vita di coppia

 

6 - Non prendere tutto come un attacco personale

 

7 - Concedi al bambino spazi di puro ozio