Mamma lavoratrice

Mamma va in vacanza e lascia il figlio di tre mesi con un professionista del sonno

Di Sara De Giorgi
sonnoneonato.600
21 dicembre 2016
Una mamma americana, Katy Landrum, ha raccontato alla rivista statunitense Redbook di essere andata in vacanza lasciando il proprio figlio di tre mesi a un "professionista del sonno", ossia un esperto in tema di sonno infantile che educa i neonati al piangere (anche a lungo) per poter poi crollare in un sonno profondo. Katy ha pagato l'esperto. Scelta giusta o sbagliata? La mamma afferma che si è trattato della spesa migliore da lei mai fatta.

Una mamma americana che fa di professione l'agente immobiliare ha pagato un "professionista del sonno" perché stesse con il figlio, mentre lei trascorreva un giorno di relax in una Spa con il marito.

 

Si tratta di Katy Landrum, americana, la quale ha raccontato alla rivista statunitense Redbook che il denaro speso per l'esperto infantile di sonno, "figura che educa i neonati al piangere (anche a lungo) per poter poi crollare in un sonno profondo", è stata "la spesa migliore che abbia mai fatto". Anche se si è trattato di doverlo pagare "centinaia di dollari".

 

Katy Landrum ha 34 anni e ha dichiarato a Redbook di essere una mamma lavoratrice che non può fare a meno di momenti di riposo. La giovane mamma ha aggiunto le seguenti affermazioni: "Quando sono arrivata all’Ojai Valley Inn & Spa a due ore da casa nostra a Los Angeles, ho provato a mandare via le immagini del mio secondo figlio di tre mesi, Bo, eppure mi tornava continuamente in mente lui, i suoi pianti. Allora ho indossato il costume da bagno, ho ordinato un margarita e ho chiuso gli occhi".

 

"Ho pensato che non fosse pronto per essere lasciato da solo e che aveva solo 12 settimane di età! Ma poi mi sono ricordata che pesava 15 chili, quindi aveva ricevuto già un sacco di latte materno e sapevo che era pronto a dormire tutta la notte senza alimentazione. In più, il mio pediatra mi aveva dato il via libera".

 

La decisione di Katy non è nuova: "Con la mia prima figlia, due anni fa, ho aspettato fino ai cinque mesi poi, quando la baby sitter mi ha visto stanchissima, con le borse sotto agli occhi, ho scelto di chiamare una professionista del sonno infantile, una figura che educa i neonati al piangere per poter poi crollare in un sonno profondo".

 

La storia di Katy non è quella di una madre pentita, ma quella di una donna e mamma a tempo pieno che cerca tempo per se stessa, non trovando il modo di rilassarsi un po' e di stare con suo marito, ha deciso di pagare un esperto per poter recuperare un po' di benessere. Voi che ne pensate?

 

Fonte: Redbook

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA