Home Neonato Nanna

Neo-mamme: è normale essere sempre stanche?

di Sara Sirtori - 03.04.2020 - Scrivici

sonno-neonato
Fonte: shutterstock
La stanchezza è un effetto collaterale comune a molti neo-genitori, soprattutto nel primo anno di vita del bambino. Ecco come sapere quando è un sintomo di un problema più grande.

La stanchezza dei neo-genitori

E' normale che io sia così stanca?

Quando andavo all'università facevo molte notti in bianco, ma non sapevo cosa significasse essere veramente stanca fino a quando è nata mia figlia. La bambina dormiva solo un'ora o due di seguito.
Mio marito mi ha aiutato, ma all'inizio ero l'unica che poteva allattarla.
Anche dopo aver iniziato a dormire per un maggior numero di ore, la mia stanchezza sembrava peggiorare.
Un giorno, ho provato ad avviare la macchina con il guinzaglio del mio cane invece che con la chiave. "È normale essere così stanchi?" Mi chiedevo. Non sono riuscita a trovare una risposta chiara. Nessuno dei libri sul sonno del bambino che avevo letto menzionava questa enorme stanchezza da parte dei genitori.

La stanchezza può indicare problemi di salute

Un segnale da non sottovalutare

La stanchezza è un effetto collaterale comune ai neo-genitori, specialmente durante il primo anno di vita del bambino, quando sia le madri che i padri sperimentano un sonno "spezzettato". Ma può anche essere un segno di gravi problemi di salute come depressione post-partum, disturbi del sonno, anemia e disfunzione tiroidea.
Allora, come sapere se la stanchezza va oltre ciò che è normale per un neo-genitore? Per rispondere a questa domanda, ecco cosa dicono gli esperti di salute femminile e ricercatori del sonno.

Quando ti devi preoccupare

È normale che i genitori si sentano esausti dopo l'arrivo del bambino

I neonati non seguono degli schemi di sonno a sé stanti. Si svegliano spesso e alcuni possono persino dormire di più durante il giorno rispetto alla notte. Ma dopo le prime settimane, se vi sentite che state andando in esaurimento, ciò potrebbe essere un sintomo di un problema di salute piuttosto serio.

Ecco alcuni segnali che indicano che dovresti rivolgerti a un medico:

  • Russi surante il sonno. Questo potrebbe essere un sintomo di apnea notturna, un disturbo respiratorio che causa frequenti risvegli notturni, afferma il dott. Montgomery-Downs. Alcuni studi suggeriscono che la gravidanza può aumentare per una donna il rischio di sviluppare apnea notturna e che il problema può persistere anche dopo la nascita del bambino.

  • Si verificano frequenti movimenti degli arti che interrompono il sonno.

  • Hai problemi persistenti ad addormentarti o a riaddormentarti dopo che il bambino si è svegliato.

  • Ti senti depressa o ansiosa. Stai avendo problemi a prenderti cura di te stessa. Hai perso la voglia di fare cose che una volta ti piacevano. Questi possono essere tutti segnali di depressione post-partum.

  • Ti addormenti in momenti inappropriati, ad esempio mentre tieni il bambino in braccio.

  • Il tuo tempo di reazione è ridotto. Fai cadere gli oggetti o non riesci più a guidare con attenzione.

Tutti i genitori dovrebbero sentirsi liberi di rivolgersi a un medico, poiché come dichiara il Dr. Montgomery-Downs: "Questi non sono sintomi con cui si può convivere".

Fonte: Parenting NYTimes 

I disturbi del sonno

  • Un sonno frammentato può lasciarti una stanchezza maggiore della mancato sonno. Si dovrebbe dormire ininterrottamente per almeno quattro ore.

  • Affaticamento e stanchezza non sono la stessa cosa. Puoi alleviare la primo dormendo di più, ma la stanchezza non sempre si risolve con riposo extra.

  • Se hai problemi ad addormentarti, assicurati di evitare caffeina e alcol, soprattutto a fine giornata.

  • L'insonnia può essere sia un fattore scatenante che un sintomo della depressione post-partum.

  • I genitori dovrebbero rivolgersi a un medico se hanno problemi di stanchezza di lunga durata o pensano di avere un disturbo del sonno o di soffrire di depressione post-partum.

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli