Home Neonato Nanna

Come svegliare un neonato

di Elena Berti - 02.11.2021 - Scrivici

come-svegliare-un-neonato
Fonte: Shutterstock
Alcuni consigli su come svegliare un neonato, se è davvero necessario farlo e quando, come intervenire quando dorme troppo o bisogna uscire

Come svegliare un neonato

Il sogno di tutti i futuri genitori è di avere un bambino che dorme tutta la notte, senza svegliarsi mai, se non per una sola poppata. Purtroppo accade raramente, soprattutto nelle prime settimane, ma quando succede per la prima volta è quasi una festa: quanti di voi sono corsi a controllare che il bebè stesse bene perché non si era mai svegliato

Anche se i pediatri consigliano di non svegliarli e lasciarli dormire, ci sono dei momenti in cui è necessario interrompere il sonno: ma come svegliare un neonato?

In questo articolo

Quando il neonato inizia a dormire tutta la notte

Non ci sono regole d'oro, a volte si tratta di fortuna, altre volte si tratta di mettere in pratica abitudini che aiutino il bambino ad addormentarsi e mantenere il sonno. Il segreto è imparare a conoscere il proprio figlio e andare per tentativi: c'è chi dorme stando accanto alla mamma, chi invece ha bisogno di silenzio e di una routine rilassante nelle ore che precedono la notte. C'è chi si addormenta da solo dal primo giorno e chi poppa ogni tre ore spaccate. Insomma non c'è una regola, ma se ascoltate il vostro bambino, lo osservate, magari leggete qualche libro specializzato per farvi un'idea dei segnali che manda e del suo carattere, potrete ottenere buoni risultati. A parte questo, il sonno di un bambino si assesta intorno ai tre anni di vita, ma generalmente inizia a dormire tutta la notte molto prima, alcuni addirittura dalle prime settimane di vita. Per il primo anno, però, portate pazienza. 

È giusto svegliare un neonato che dorme?

Come dicevamo, quando i neogenitori raccontano al pediatra di aver svegliato il bambino perché dormiva da troppo tempo spesso il medico si fa una risata: mai svegliare un bambino che dorme! Questo perché coi neonati tutto è imprevedibile: oggi dorme 12 ore, domani chissà.

Ma in alcune circostanze è necessario svegliare il piccolo, se non al mattino in altri momenti della giornata, in cui magari si deve uscire. 

Svegliare il neonato, alcuni consigli

Se siete in maternità probabilmente al mattino non ci sarà bisogno di svegliarlo: non preoccupatevi se salta la poppata dell'ora x perché ancora nel sonno, non c'è motivo di preoccuparsi, mangerà più tardi! Questo vale anche per il pomeriggio, se dorme a lungo e salta l'orario della poppata, poco male, recupererà. 

Ecco alcuni consigli per svegliare un neonato

  • prevedete di iniziare a svegliarlo ben prima di uscire, non all'ultimo momento
  • se il bambino dorme in una stanza buia, iniziate aprendo leggermente gli scuri e facendo entrare la luce, senza esagerare
  • muovetevi nella stanza e nella casa facendo rumori regolari, preparatevi, mettete in ordine, insomma fategli sentire che la casa è sveglia
  • non prendetelo all'improvviso dalla culla o dal lettino tirandolo su, potrebbe spaventarsi e associare il risveglio a una brutta sensazione: ricordatevi che quando lo tirate su il neonato è "nel vuoto"
  • che abbia aperto gli occhi o meno (o li apra e li richiuda), avvicinatevi a lui parlandogli dolcemente, dopo aver messo in pratica gli altri trucchi per svegliarlo, e accarezzatelo piano per fargli sentire il contatto
  • una volta sveglio, quando vedete che ha la vostra attenzione, spiegategli che è il momento di alzarsi perché avete un impegno 
  • se il bambino è accaldato ed è inverno, tenetelo un po' in braccio per farlo acclimatare, spogliatelo piano se dovete cambiarlo aspettando che si sia abituato al fresco della stanza

In linea generale, se il bambino da sveglio è attivo, si nutre regolarmente, bagna i pannolini, non c'è assolutamente da preoccuparsi se dorme più del solito: se non c'è motivo (e la poppata non lo è, in condizioni di salute), non svegliatelo! Ma se dovete per forza svegliarlo, fatelo con delicatezza: ricordatevi che è un essere umano proprio come voi, per di più arrivato al mondo da poco, non un bambolotto!

Aggiornato il 12.10.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli