Home Neonato Nanna

In Finlandia i bambini dormono davvero fuori?

di Sara Sirtori - 27.07.2020 - Scrivici

bambini-finlandia
Fonte: Shutterstock
In Italia facciamo fatica a lasciare i nostri figli fuori all'aperto durante la stagione invernale, figuriamoci a dormire! Eppure, con un'adeguata copertura termica, nei paesi nordici come la Finlandia esiste la pratica della "nanna sotto zero".

Nei paesi nordici il pisolino all'aperto è molto comune

In Italia spesso in inverno si ricoprono i bambini di giacconi super imbottiti, sciarpe, guanti, cappelli ecc. e solo se c'è bel tempo li facciamo uscire. Se piove o nevica si sta in casa al caldo… ma anche altre società si comportano così?
Proprio per niente, i popoli nordici lasciano i propri figli ore ed ore fuori al freddo a giocare, a correre e saltare in mezzo alla neve. E non solo bambini in età scolare, anche i più piccini vengono lasciati a dormire in carrozzine o nelle scatole di cartone fuori al freddo. Madri snaturate? Tutt'altro: lo fanno per la loro salute!

In questo articolo

In Finlandia si dorme fuori con -5°C

In Finlandia, è molto comune che i bambini dormano fuori con temperature dai – 5°C ai – 10°C. È una pratica perfettamente sicura se il bambino è ben coperto, al riparo dal vento e in una buona navicella.
Secondo una tesi di dottorato fatta all'Università di Oulu, in Finlandia, le famiglie considerano i -5°C la temperatura ottimale per mettere il bambino a fare la nanna fuori. È importante però controllare la temperatura del bambino di tanto in tanto perché il freddo è potenzialmente pericoloso. Quindi toccando le mani del bambino riescono a capire se il bambino sta bene o ha freddo.

Pisolino dentro o fuori?

Entrambe la situazione vanno bene: in Finlandia si possono far dormire i bambini dentro o fuori. Secondo uno studio condotto presso l'Università di Oulu, in Finlandia, i bambini fuori dormono più a lungo. Non ci sono prove di benefici per la salute del dormire fuori, ma il fatto che il bambino dorma meglio ed è attivo è un risultato positivo in sé.

Se passeggiate nella città svedesi o finlandesi, vedrete passeggini allineati fuori dalle caffetterie mentre i genitori sorseggiano un caffè all'interno. Se andate a trovare i vostri amici e il vostro bimbo vuole fare un pisolino, vi potrebbe essere offerto il giardino o il balcone invece di una camera da letto.

"Penso che sia bello per loro essere all'aria aperta il più presto possibile", afferma Lisa Mardon, madre di tre figli di Stoccolma, che lavora per un'azienda di distribuzione alimentare.

Quando la temperatura scende a -15 ° C copriamo sempre le carrozzine con delle coperte. Brittmarie Carlzon, preside di una scuola materna: "Soprattutto in inverno quando ci sono molte malattie in giro... i bambini sembrano essere più sani."

Quali sono i vantaggi del pisolino all’aperto?

La teoria alla base del pisolino all'aperto è che i bambini esposti all'aria fresca, sia in estate che in inverno, hanno meno probabilità di contrarre tosse e raffreddore, e che passare un'intera giornata in una stanza con altri 30 bambini non fa nulla di buono.

Molti genitori hanno appurato che anche i loro figli dormano meglio e più a lungo all'aperto e il pisolino all'aperto è popolare in tutti i paesi nordici. -5°C è la temperatura migliore per un pisolino all'aperto, anche se alcuni genitori con cui ha parlato hanno persino portato i loro figli a -30°C.

I bambini che dormono fuori si ammalano di meno?

La pediatra Margareta Blennow afferma che i rapporti dell'agenzia svedese per la protezione ambientale mostrano risultati contrastanti.

"Alcuni studi hanno scoperto che i bambini in età prescolare che trascorrevano molte ore fuori generalmente - non solo per fare un sonnellino - prendevano meno giorni di malattia rispetto a quelli che trascorrevano la maggior parte del loro tempo al chiuso", afferma. "In altri studi non c'era differenza."

L'importante però è che durante i pisolini all'aperto, il bambino sia mantenuto al caldo da coperte di lana, sacchi a pelo e indumenti caldi e imperemabili. Per il resto, il freddo non deve essere un impedimento alle uscite e alle attività, anzi stare all'aria aperta fa bene! C'è un detto svedese che racchiude in sé questo pensiero: "Non c'è brutto tempo, solo vestiti cattivi".

Domande e risposte

Perché dormire al freddo fa bene ai neonati?

Dormire al freddo migliora l’ossigenazione del sangue, stimola il sistema immunitario e migliora la sintesi di vitamina D attraverso l’esposizione alla luce solare.

Quali sono i vantaggi della "nanna sotto zero"?

I bambini che dormono all’aperto con basse temperature riposano più a lungo e al loro risveglio sono più attivi.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli