Sonno

Perché tuo figlio non riescere a prendere sonno? Ecco 20 possibili motivi

Di Niccolò De Rosa
13 Giugno 2017
La nanna dei nostri piccoli può essere disturbata da molti fattori: stress, ritmi sballati, ambienti troppo stimolanti e... persino la madre!  Ecco le possibili spiegazioni dietro le difficoltà dei bimbi di prendere sonno dal sito WebMD.
Facebook Twitter Google Plus More
corredino2

1) È TROPPO PICCOLO
I bimbi piccoli che dormono tutta la notte sono rarissimi, rassegnatevi. Certo, un neonato dorme dalle 16 alle 18 ore al giorno, ma non hanno ancora un ritmo "notte-giorno" ben settato, ed è molto difficile che non si sveglino per più di 7 ore di fila.

cattura

2) L'INTERFERENZA ESTERNA
Continuare a prendere in braccio o cullare il bimbo finché non si addormenta non lo aiuta ad imparare a prendere sonno da solo. L'unica cosa che capirà sarà che quando si sente stanco, deve piangere per far accorrere "l'assistente" che lo aiuta a dormire: ossia te!
Cominciate a metterlo a letto quando non è ancora del tutto addormentato, così da abituarlo ad addormentarsi autonomamente.

bimbo-sbadiglio-sonno

3) MANCANZA DI ROUTINE
In mancanza di tempistiche ben regolate per pisolino e sonno notturno, il bimbo avrà grosse difficoltà a trovare un riposo che lo ristori a dovere. Stabilite una routine fatta di piccole tappe (bagnetto, storia della buonanotte, ecc...) che preparino inconsciamente il bambino al momento della nanna.

primerelazionibambino16

4) ANSIA DA SEPARAZIONE
È una fase normale del percorso di crescita, che però il genitore non deve incoraggiare temporeggiando e ritardando il distacco.

sonno7

5) ORA DELLA NANNA POSTICIPATA
Alcuni bambini proprio non vogliono andare a letto e inventano scuse fantasiose per ritardare il momento del sonno, come le richieste di un'altra storia o di mangiare qualcosa. Siate fermi sulle vostre posizioni e spiegate con dolcezza che ad una certa ora, gli occhi dei bimbi si devono chiudere!

dormire

6) POCHI PISOLINI
Soprattutto fino ai 5 anni, il pisolino è fondamentale per i bimbi. Fate fare anche più di un sonnellino ai vostri piccoli, a meno che l'ora della nanna non sia troppo vicina.

nanna.8

7) SCHERMI LUMINOSI Dare tablet o smartphone ai ragazzi prima di dormire è una pessima idea, perché le luci sfalzano il ritmo sonno-veglia del cervello.

nanna.7

8) APNEA E RUSSATE
Sebbene sia rara, l'apnea notturna che blocca le vie respiratorie può essere all'origine dei problemi di riposo del pargolo. La causa può essere un disturbo alle tonsille (le adenoidi) e i sintomi si manifestano con respiro affannoso e russate rumorose durante il sonno. Un consulto dal pediatra è la miglior cosa per dipanare qualsiasi dubbio (può anche essere un problema al setto nasale).

nanna.6

9) BRUTTI SOGNI
E normale che i bambini abbiano brutti sogni. rassicurate i piccoli e rimetteteli subito a nanna. Se gli incubi diventano al'ordine del giorno però, è meglio rivolgersi al pediatra.

16lettino

10) SONNAMBULISMO
Talvolta i bimbi durante la fase del dormi-veglia si alzano e compiono azioni in condizioni di semi-incoscienza. In questi casi non bisogna mai svegliarli (si potrebbero spaventare), ma vanno riaccompagnati a letto con delicatezza. Se sapere che vostro figlio è sonnambulo, rendete l'ambiente più sicuro possibile, magari chiudendo a chiave la porta delle camere che potrebbero nascondere inside (es: cucina).

allergia-acari

11) ALLERGIE E MEDICINE
Naso rosso e starnuti continui sono nemici del buon riposo. Concordate con il medico curante una strategia adeguata, tenendo conto che anche i medicinali possono alterare il sonno.

adolescenteassonnato

12) ADOLESCENZA
L'adolescenza è un uragano che stravolge ogni cosa, ritmo sonno-veglia compreso. Assecondate entro i limiti del buon senso questo cambiamento.
Un esempio? Se Il/la ragazzo/a ce la fa, permettetegli/le di fare i compiti anche dopo cena, prima di andare a letto. L'importante è che si dorma almeno 8 ore!

piantoc

13) NIENTE CIUCCIO
Avere un oggetto speciale come un ciuccio o un orsetto con cui addormentarsi, a meno che non sia proprio un neonato, può essere d'aiuto al piccolo per addormetarsi serenamente.

camerettaneonato

14) AMBIENTE SOVRA-STIMOLANTE
La cameretta deve aiutare il bambino a prendere sonno. Niente luci (solo una piccola lampadina se il bimbo ha paura del buio) o televisori accesi, pigiami comodi e silenzio: ecco la ricetta per un sonno ristoratore!

41

15) STRESS
Anche i bambini si stressano. Oltre a controllare che i bimbi imparino a gestire le situazioni complicate durante la giornata, aiutateli a rilassarsi prima di mettersi a letto con piccoli gesti come uno spuntino sano o una coccola.

1) È TROPPO PICCOLO
I bimbi piccoli che dormono tutta la notte sono rarissimi, rassegnatevi. Certo, un neonato dorme dalle 16 alle 18 ore al giorno, ma non hanno ancora un ritmo "notte-giorno" ben settato, ed è molto difficile che non si sveglino per più di 7 ore di fila.
Facebook Twitter Google Plus More