Sonno

Quante ore di sonno bisogna dormire da 0 a 100 anni

sonnofamiglia
05 Febbraio 2015 | Aggiornato il 16 Giugno 2016
Quanto è necessario dormire? Tutto dipende dall'età. Lo rivela uno studio americano della National Sleep Foundation. In più consiglia di riposarsi su materassi confortevoli, utilizzare rituali del sonno, avere poca luce nella stanza e temperatura tiepida.
Facebook Twitter More

Neonati, bambini, adolescenti, adulti e anziani. Ognuno con la sua fascia necessaria di sonno, a seconda dell'età. Questo è quanto ha analizzato nel suo ultimo studio sul sonno la National Sleep Foundation, organizzazione americana con sede in Texas specializzata sull'argomento. Che ha emesso delle nuove linee guida per il "sonno perfetto".

 

In particolare in questo studio è stato ritoccato il range di ore di sonno genericamente consigliate finora, dividendo la popolazione in nove classi d’età:

 

- neonati (da 0 a 3 mesi): 14-17 ore di sonno al giorno (prima: 12-18 ore);

bambini da 4 a 11 mesi: 12-15 ore di sonno al giorno (prima: 14-15 ore);

bambini da 1 a 2 anni: 11-14 ore di sonno al giorno (prima: 12-14 ore);

– bambini da 3 a 5 anni: 10-13 ore di sonno al giorno (prima: 10-11 ore);

bambini da 6 a 13 anni: 9-11 ore di sonno al giorno (prima: 10-11 ore);

adolescenti (da 14 a 17 anni): 8-10 ore di sonno al giorno (prima: 8,5-9,5 ore);

– adulti da 18 a 25 anni: 7-9 ore di sonno al giorno (classe di età prima non considerata);

– adulti da 26 a 64 anni: 7-9 ore di sonno al giorno (range non modificato);

– anziani (over 65 anni): 7-8 ore di sonno al giorno (classe di età prima non considerata).

 

Le raccomandazioni per gli adulti non sono cambiate. Sono state invece aggiunte due fasce prima non considerate: quella tra i 18 e i 25 anni e quella degli over 65.

 

Per quanto riguarda neonati e bambini le ore di sonno quotidiane sono tutte state ritoccate. Aumenta per esempio il bisogno di sonno per i bimbi di 3-5 anni, mentre si concentra quello per gli adolescenti tra i 14 e i 17 anni. (Fai il quiz: sai tutto sulla nanna del neonato?)

 

Come dormire? I consigli per un sonno ristoratore

 

Ci sono molti fattori esterni che possono influire sul ritmo circadiano, il ritmo fisiologico dell'organismo in un periodo di 24 ore, in relazione con l'alternarsi del giorno e della notte. 

 

Per esempio negli adulti caffè e bevante energetiche possono influire. Come anche la sveglia. Nei bimbi, device elettronici, il materasso, la luce esterna o la temperature della stanza devono essere tenuti sotto controllo. (Leggi anche: disturbi del sonno)

 

Vediamo in dettaglio che cosa può aiutare a dormire bene:

  • Cercare di andare a dormire (o mettere il bimbo a nanna) e alzarsi sempre alla stessa ora, anche nel fine settimana
  • Utilizzare un rituale del sonno prima di andare a dormire
  • Fare sport di giorno
  • Prestare attenzione alla stanza in cui si dorme o dorme il bimbo: temperatura, luce e rumori devono essere tenuti sotto controllo
  • Utilizza luce soffusa la sera per conciliare il sonno e luce del sole per svegliarsi la mattina
  • Dormire su cuscini e materassi comodi
  • Non utilizzare cellulari, tablet e tv prima di andare a dormire

Fonte: Sleep Foundation