Home Neonato

Il passaporto del neonato: come si fa e cosa serve

di valentina vanzini - 17.05.2022 - Scrivici

passaporto-del-neonato
Fonte: Shutterstock
Siete pronti per organizzare le vostre vacanze ma non avete ancora fatto il passaporto del neonato? Ecco quello che serve

Tutti i bambini, per andare all'estero, hanno bisogno di un documento valido per l'espatrio, ossia il passaporto. Fino al 2012 bastava inserire il nome del proprio figlio all'interno del documento del genitore, ma dal 27 giugno di quell'anno la norma è cambiata. Ecco quindi come ottenere il passaporto del neonato.

In questo articolo

Passaporto del neonato: come si fa

Per ottenere il passaporto per un minore è necessario consultare il sito di Agenda passaporto, il nuovo servizio della Polizia di Stato. In questo modo potete prenotare la data e il luogo in cui presentare la domanda, eliminando così le lunghe code negli uffici di polizia.

Il genitore deve registrarsi a proprio nome e prendere l'appuntamento che utilizzerà per richiedere il passaporto per il figlio/a. Tutto il resto deve essere a nome del minore (inclusi la domanda per il passaporto e bollettino postale).

Se le date disponibili online sono terminate, potete rivolgervi direttamente alla vostra Questura o Commissariato, tenendo conto dei tempi di attesa.

La documentazione

I documenti richiesti per ottenere il passaporto per un minore sono i seguenti:

  • Il modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto, dal momento che è disponibile sia per maggiorenni che per minorenni). Nel caso in cui si tratti del passaporto di un minore, la domanda di rilascio sarà firmata dai genitori
  • un documento di riconoscimento valido del minore (è consigliabile portare con sé, oltre all'originale, anche un fotocopia del documento). In alternativa, il genitore può autocertificare che è il minore è suo figlio ai sensi del DPR 445 del 2000 legge Bassanini
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti, il cui sfondo deve essere bianco
  • 1 contributo amministrativo da 73,50€ (sotto forma di valore bollato - ex marca da bollo) da acquistare prima di presentarsi con la documentazione nell'Ufficio che rilascia i passaporti.
  • La ricevuta di pagamento con c/c di 42,50€ per il passaporto ordinario.
    Il versamento a nome del minore va effettuato esclusivamente presso gli uffici postali di Posteitaliane mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro. La causale è: "importo per il rilascio del passaporto elettronico". È possibile utilizzare i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali di Posteitaliane.
  • La stampa della ricevuta che viene inviata dal sistema dopo la registrazione al sito Agenda passaporto

Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario l'assenso di entrambi i genitori (coniugati,conviventi, separati, divorziati o genitori naturali), inoltre il minore deve essere cittadino italiano.

Passaporto del neonato: assenso dei genitori

Come abbiamo visto, per fare richiesta del passaporto per il figlio minore entrambi i genitori devono essere consenzienti. Ciò si verifica mediante firma congiunta dell'assenza davanti ad un pubblico ufficiale, presso l'ufficio in cui si presenta la documentazione. In alternativa è necessario avere il nulla osta del Giudice tutelare.

  • Se uno dei due genitori non può presentarsi per la dichiarazione, l'altro genitore può allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmato in originale con una dichiarazione scritta di assenso all'espatrio firmata in originale (ai sensi del DPR 445 del 2000 legge Bassanini). Questa procedura è estesa ai cittadini comunitari.
  • Il genitore extracomunitario che si trova in Italia, ma in una città diversa da quella dove sarà rilasciato il passaporto, può presentarsi presso il Commissariato più vicino per rilasciare l'assenso davanti ad un pubblico ufficiale.
  • Se uno dei due genitori è extracomunitario e non è presente in Italia, si deve recare all'Ambasciata italiana nel Paese estero dove si trova e firmare l'assenso, che in questo modo è legalizzato e spedito poi in Italia dall'Ufficio diplomatico.

Passaporto del neonato: quando si fa

Per muoversi all'interno dei Paesi dell'Unione Europea non serve il passaporto, ma basta la carta di identità. Il passaporto serve quindi per andare negli altri Paesi che non accettano la carta di identità.

Attenzione perché per andare in alcuni Paesi serve anche un Visto, da richiedere in anticipo.  

Il passaporto può essere utilizzato anche all'interno dell'Unione Europea.

Quanto vale

La validità temporale del passaporto per i bambini è diversa da quella per gli adulti. Per gli adulti infatti, il passaporto vale per 10 anni dalla data di rilascio, mentre per i bambini, varia dall'età in cui viene rilasciato il passaporto.

  • da 0 a 3 anni di età vale 3 anni dalla data di rilascio.
  • dai 3 ai 18 anni di età il passaporto scade dopo 5 anni dalla data del rilascio.

Bisogna fare attenzione perché spesso, per l'ingresso in un Paese estero, vengono richiesti almeno 6 mesi di validità del documento.

Passaporto del neonato: il rinnovo

Per rinnovare il passaporto del minore bisogna rivolgersi sempre alla Questura o al Commissariato di riferimento, oppure visitare il sito della Polizia di Stato per prendere un nuovo appuntamento.

La Carta di Identità Elettronica

La Carta di identità elettronica può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora per i cittadini residenti in Italia e presso il Consolato di riferimento per i cittadini residenti all'Estero.

La durata del documento varia a seconda dell'età:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3  e i 18 anni
  • 10 anni per i maggiorenni

Documenti

Il genitore dovrà recarsi in Comune munito di:

  • fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto
  • portare codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione
  • versare, presso le casse del Comune, la somma di € 16,79 oltre i diritti fissi e di segreteria, ove previsti, quale corrispettivo per il rilascio della CIE.
    Bisognerà inoltre conservare il numero della ricevuta di pagamento.

Aggiornato il 08.08.2021

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli