Home Neonato Post parto

Capoparto: che cos'è, quando si verifica

di Angela Bisceglia - 08.06.2020 - Scrivici

capoparto.600
Fonte: Tetiana Shumbasova / Alamy / IPA
Il capoparto è il ritorno delle mestruazioni dopo il parto. Se la mamma non allatta si verifica in genere a 40-60 giorni di distanza dalla nascita del bebè. Se invece allatta può arrivare anche dopo alcuni (o diversi) mesi

In questo articolo

Che cosa è il capoparto

Si chiama capoparto la prima mestruazione dopo la nascita del bebè, quella che sancisce la ripresa dell’attività ovarica.

Quando arriva

Quando potrebbe arrivare il capoparto?

  • se la neomamma non allatta, dopo 40-50 giorni
  • se allatta, anche 60-70 giorni dopo, ma anche per tutto il periodo dell'allattamento esclusivo

Se la mamma non allatta o se allatta: le differenze

Se la neomamma non allatta, il capoparto arriva al termine del puerperio, la fase del post parto che dura circa 6-8 settimane (40-50 giorni), mentre se allatta può arrivare anche dopo: 60-70 giorni dopo, per esempio, ma può anche succedere che le mestruazioni manchino per tutto il periodo dell'allattamento esclusivo, per poi tornare solo verso il sesto-ottavo mese, quando inizia lo svezzamento e le poppate diminuiscono.

"Riducendo il numero di poppate, diminuisce la sintesi della prolattina, l'ormone che attiva la produzione del latte e al tempo stesso inibisce la produzione di follicoli e l'ovulazione" spiega Paola Pifarotti, ginecologa presso la Clinica Mangiagalli di Milano. O, ancora, può succedere che l'assenza delle mestruazioni prosegua anche dopo l'introduzione dell'alimentazione complementare, se l'allattamento prosegue.

"In generale, più sono frequenti le poppate e quanto più spesso queste avvengono di notte, maggiore è la probabilità che il ritorno delle mestruazioni ritardi. Detto questo, non tutte le donne che allattano rimangono per mesi senza mestruazioni: ad alcune possono tornare anche 40 giorni dopo il parto, come succede alle donne che non allattano" conclude Chiara Losa, infermiera pediatrica e consulente per l'allattamento IBCLC che lavora all'Ambulatorio allattamento dell'Ospedale Buzzi di Milano

Che cosa è il puerperio

Il puerperio è il periodo di tempo necessario all'apparato genitale femminile per riprendere la sua normale funzionalità dopo un parto. 

La puerpera è la donna che ha appena partorito. Deriva da latino puerperium, puerpera, composto da puer, che significa fanciullo, e parere, partorire.

Come si presenta il capoparto

Le prime mestruazioni dopo il parto si presentano di solito con un flusso di 4-5 giorni piuttosto abbondante, probabilmente perché dopo tanti mesi di amenorrea il tessuto dell’endometrio è più ispessito. Dopo il primo ciclo, i successivi ritornano ad essere normali, per frequenza e per quantità.

Molte donne che prima della gravidanza soffrivano di mestruazioni irregolari e dolorose, inoltre, dopo il parto notano una regolarizzazione del ciclo ed una riduzione del dolore. Il motivo? “Dopo che l’ovaio è stato a riposo per tanti mesi, si attiva una produzione ormonale più regolare, in più in seguito al parto la contrattilità dell’utero è minore e si ha una minor produzione di prostaglandine, responsabili delle contrazioni uterine” spiega Pifarotti.

Mestruazioni e allattamento: cambia qualcosa?

"E' opportuno sottolineare che il ritorno delle mestruazioni non influisce minimamente sul valore nutritivo del latte prodotto" precisa Losa. "E’ vero però che potrebbe esserci un lieve cambiamento di sapore, tanto che alcuni bambini – ma non tutti – fanno un po’ più fatica a prendere il seno in quei giorni o nei giorni precedenti".

Domande e risposte

Che cosa è il capoparto?

Si chiama capoparto la prima mestruazione dopo la nascita del bebè, quella che sancisce la ripresa dell’attività ovarica.  

Che cosa aspettarsi dal capoparto?

Le prime mestruazioni dopo il parto si presentano di solito con un flusso di 4-5 giorni piuttosto abbondante.

Si può rimanere incinta prima del capoparto?

Sì, se non si mette in conto la possibilità di avere subito una nuova gravidanza, proteggersi durante i rapporti sessuali è fondamentale nel post parto anche per le donne che stanno allattando e nelle quali non sono ancora ricomparse le mestruazioni.

Revisionato da Valentina Murelli

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli