Home Neonato Post parto

Come aiutare una mamma che soffre di depressione post parto

di Francesca Capriati - 17.07.2023 - Scrivici

aiutare-una-mamma-che-soffre-di-depressione-post-parto
Fonte: shutterstock
Aiutare una mamma che soffre di depressione post parto: come aiutare una neo mamma in difficolta? Cosa fare, a chi rivolgersi, come uscirne

In questo articolo

Aiutare una mamma che soffre di depressione post parto

La nascita di un bambino è un evento gioioso e travolgente nella vita di una donna: un turbine di emozioni, un vortice di felicità e amore che invade il cuore di una donna. Ma ci sono situazioni in cui quel turbine si trasforma in un'oscurità insidiosa, una tempesta che affligge il cuore. È la depressione post partum, una presenza silenziosa che spesso rimane nascosta, sconosciuta e incompresa. Ma come riconoscerla e come aiutare una mamma che soffre di depressione post parto?

La depressione post parto è un disturbo dell'umore che colpisce le donne dopo il parto. Si tratta di una condizione clinica che va oltre la normale tristezza o senso di affaticamento che molte madri possono provare nei primi giorni o settimane dopo la nascita del bambino: è come un'ombra che si insinua nella vita di una neomamma e che trascende la tristezza momentanea o la stanchezza.

Quali sono i sintomi della depressione post partum?

La depressione post partum può manifestarsi con sintomi come:

  • tristezza persistente,
  • perdita di interesse o piacere nelle attività quotidiane,
  • disturbi del sonno,
  • affaticamento,
  • sensazione di essere inutili o colpevoli,
  • una difficoltà immensa nel concentrarsi.

Riconoscere la depressione post partum è fondamentale per poter fornire un adeguato sostegno alla mamma che ne soffre. Se notate che una neomamma sta affrontando difficoltà emotive significative che persistono per più di due settimane, potrebbe essere indicativo di depressione post partum. È importante essere attenti ai segnali di disagio emotivo, anche se la mamma cerca di nascondere o minimizzare il proprio stato d'animo: siate attenti alle chiamate del suo cuore, anche se lei cerca di nascondere il suo tormento o lo minimizza con un sorriso forzato.

Quanto è diffusa?

Secondo i dati la depressione post parto può colpire le mamme con un'incidenza che varia dal 6% al 12%, con una prevalenza più elevata nei primi tre mesi dopo il parto. Tuttavia, è importante tenere presente che possono verificarsi casi anche nel secondo semestre successivo al parto. Di conseguenza, tutto il primo anno di vita del bambino rappresenta un periodo a rischio.

Come aiutare una neo mamma in difficolta?

Alcuni consigli per aiutare una mamma che soffre di depressione post partum:

  • Comunicazione aperta: create uno spazio in cui la mamma si senta sicura di condividere i suoi pensieri, i suoi sentimenti e le sue paure, senza alcun giudizio. Ascoltatela con un cuore compassionevole e rispondete con un abbraccio di comprensione,
  • Supporto emotivo: mostrate alla mamma che siete lì per lei, che la comprendete e che le volete bene. Deve sapere che siete lì per lei, che il vostro amore è incondizionato e che comprendete il suo dolore. Ditele che la sua esperienza è reale e che non è mai sola,
  • Aiuto pratico: offritevi di aiutare con le faccende domestiche, le spese quotidiane o prendervi cura del bambino per un po' di tempo in modo che la mamma possa riposare o fare qualcosa che la rilassi.
  • Supporto professionale: incoraggiate la mamma a cercare supporto professionale, come un terapeuta specializzato in salute mentale perinatale o un consulente per l'allattamento, se necessario. Un professionista può offrire un supporto e una guida specifici,
  • Coinvolgimento del partner e della famiglia: coinvolgete il partner e gli altri membri della famiglia nel processo di guarigione. Organizzate attività che coinvolgano tutti e creino un ambiente di supporto e comprensione,
  • Incoraggiamento all'autocura: incoraggiate la mamma a prendersi cura di sé stessa dedicando del tempo per riposare, fare attività fisica leggera, mangiare in modo sano e cercare momenti di relax. 
  • Liberarla dalla colpa: aiutate la mamma a liberarsi dal peso della colpa che spesso accompagna la depressione post parto. Ditele che la sua condizione non è colpa sua, che non è da biasimare, ma che è un'eroina che lotta una battaglia invisibile. Mostratele che chiedere aiuto è un atto di coraggio, un segno di forza.

Depressione post partum, a chi rivolgersi

Alcune mamme possono aver bisogno di un sostegno più intensivo o di interventi terapeutici aggiuntivi.

Se siete preoccupati per la salute o il benessere di una mamma che soffre di depressione post partum, è fondamentale incoraggiarla a cercare un aiuto professionale (psicologo, psichiatra o, per iniziare, il medico di fiducia). Esistono diversi tipi di psicoterapia che possono aiutare ad affrontare e superare la depressione post parto, sia da sole sia in associazione con il trattamento farmacologico. Tra queste, in particolare, la terapia cognitivo-comportamentale.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli