Home Neonato Post parto

A cosa serve la pancera post parto e quando va utilizzata

di Elena Berti - 14.03.2022 - Scrivici

pancera-post-parto
Fonte: Shutterstock
Usare o meno la pancera post parto, quando metterla, che tipo scegliere e quali vantaggi può avere in caso di diastasi o prolasso.

Pancera post parto: quando metterla?

Partorire rappresenta uno sforzo non indifferente per il corpo della donna: non soltanto per le ore di travaglio, il dolore, la dilatazione, lo sforzo delle spinte, ma anche per tutto quello che viene dopo. Molte neo-mamme si chiedono come alleviare i disturbi e tra le domande più frequenti c'è se serva la pancera post parto, quando metterla e come sceglierla.

In questo articolo

A cosa serve la pancera post parto

Durante la gravidanza l'utero, dalle sue piccole dimensioni, cresce sempre di più per contenere il bambino che cresce. Una volta svuotatosi del bebè, del liquido amniotico e della placenta, si mette a lavorare - sotto l'influsso degli ormoni - per tornare alla dimensione pre gravidanza. In realtà, le parti del corpo interessate sono diverse, non soltanto l'utero: anche la fascia addominale deve riprendere tono, tutto l'addome deve ritrovare il baricentro e gli organi rimettersi al loro posto.

Secondo molti, la pancera post parto, o fascia addominale o ancora guaina modellante avrebbe quindi lo scopo di favorire questo processo dando sostegno ai muscoli e ai tessuti dell'addome. 

In realtà le opinioni sull'uso della pancera sono molto contrastanti. Per esempio c'è chi sostiene che faccia il lavoro contrario, chi invece ritiene che sia fondamentale almeno per contenere la pancia, tanto odiata dalle neo mamme. Il risultato estetico è in effetti più rapido ma non è la ripresa degli addominali, che viene rallentata. 

Quando usare la pancera post parto

Come abbiamo detto, i pareri degli esperti sono discordanti, anche se molte maternità inseriscono nella lista per il parto anche una guaina. Consultatevi col vostro medico e valutate insieme il da farsi, anche se soltanto dopo aver partorito potrete sapere come sarà il vostro addome. Anzi, ci potrebbero volere dei giorni per valutarne lo stato, soprattutto dell'utero che impiega un po' per rientrare.

I motivi per cui indossare una pancera però potrebbero essere: 

  • avere una postura corretta: siccome il baricentro sta tornando al suo posto, la pancera, soprattutto se rigida, può aiutare a stare più dritte, in piedi come da sedute
  • può dare sollievo alla schiena
  • può essere utile in caso di diastasi addominale, perché li sostiene
  • può essere utilizzata, in particolare quella estetica, per affinare la silhouette 

Attenzione però: la pancera post parto non può essere utilizzata tutto il giorno ma soltanto per alcune ore. Inoltre dovrebbe essere scelto un modello adatto alle vostre esigenze: in questo senso potete recarvi in un negozio specializzato, che saprà consigliarvi la migliore guaina che fa al caso vostro. Se avete mal di schiena, per esempio, sarà più utile una che sorregge la parte lombare.

Quando non usare la pancera post parto

Ci sono però dei casi in cui è sconsigliato l'uso della pancera, per cui è sempre bene, prima di comprarla, chiedere al medico, che sia quello curante, il ginecologo o anche un fisioterapista. Per esempio se avete subito un taglio cesareo sarebbe meglio non fare di testa propria, perché potrebbe crearvi dei problemi alla ferita.

Allo stesso tempo, se siete a rischio prolasso uterino o rettale è meglio evitare, o comunque non indossarla senza il parere di un medico. Infine, non dimenticate che comprimere può favorire la ritenzione idrica e causare un rallentamento della circolazione, situazione che potrebbe compromettere la presenza di emorroidi

La pancera post parto può essere indicata in certe situazioni, ma è meglio evitarla in altre, soprattutto senza aver consultato il proprio medico. Non compratene una a caso ma rivolgetevi a uno specialista se, dopo aver partorito, sentite il bisogno di indossare una guaina. 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli