Home Neonato Svezzamento

Come e quando insegnare al bambino a mangiare da solo

di Viola Stellati - 09.12.2022 - Scrivici

bambino-mangiare-da-solo
Fonte: Shutterstock
È arrivato il momento di insegnare al bambino a mangiare da solo ma non sapete come farlo? Qui trovate una serie di suggerimenti e tutti i cibi che favoriscono il processo

In questo articolo

Insegnare al bambino a mangiare da solo

Insegnare al bambino a mangiare da solo lo aiuta a prendere confidenza con il cibo, a stimolare la sua curiosità, le sue capacità di coordinamento motorio e, allo stesso tempo, per lui è anche una grande conquista, una vittoria che lo conduce verso l'autonomia. Ma quando iniziare a farlo? E, soprattutto, come aiutarlo?

Quando insegnare al bambino a mangiare da solo

La maggior parte degli esperti sostiene che il momento giusto per insegnare al bambino a mangiare da solo è: appena possibile.

Toccare il cibo e assaggiarlo, infatti, è importante per lo sviluppo della sua motricità per il controllo delle mani, delle dita, dei piccoli muscoli del suo bel viso, della bocca e persino della lingua.

Ma come vi accennavamo in precedenza, non esiste un'età giusta per insegnare al bambino a mangiare da solo. Tutto dipende principalmente dai segnali che ci trasmette. In poche parole, se mostra una certa curiosità nei confronti del cibo che "mangiano i grandi", se è già in grado di afferrare le posate o qualche alimento fatto a pezzetti che ha nel piatto (anche con le dita), vuol dire che è il momento di lasciarlo sperimentare in autonomia.

A livello generale, tuttavia:

  • a 9 mesi il bambino riesce a tenere il biberon con le mani, portarlo verso la bocca e a lasciarlo andare non appena ha finito. Inoltre, è in grado di succhiare un biscotto o una galletta;
  • tra i 12 e i 15 mesi può mantenere un cucchiaio (possibilmente morbido) e portarlo alla bocca;
  • verso i 2 anni può usare la forchetta (meglio in plastica biodegradabile o altri materiali alternativi);
  • a 3 anni dovrebbe stare correttamente a tavola;
  • intorno ai 6 anni potrebbe cominciare a usare il coltello sotto la supervisione di un adulto.

Come insegnare al bambino a mangiare da solo

Il miglior modo per insegnare al bambino a mangiare da solo è far sì che osservi gli adulti o i fratelli più grandi mentre lo fanno.

Ciò vuol dire che è necessario acquistare un seggiolone comodo per metterlo a tavola con tutta la famiglia.

C'è da fare una premessa, però: ci vuole molta pazienza. Infatti, è importante prepararsi al "disastro" poiché è possibile che il bimbo sporchi il tavolo e/o che finisca col macchiare i propri indumenti.

Il primo consiglio che vi diamo al riguardo è quello di lasciarlo mangiare con le mani il tempo di cui ha bisogno. Subito dopo, provate a mettergli in mano un cucchiaino morbido per portare il cibo alla bocca.

Quando riesce nei suoi tentativi, e quindi quando il cibo finisce in bocca, è importante lodarlo e mostrargli un sorriso.

Cosa fargli mangiare per favorire il processo

Ma che cibo usare per insegnare al bambino a mangiare da solo? Il miglior trucco è preparare un menù facile e appetitoso. In secondo luogo, è necessario sminuzzare gli alimenti in piccoli pezzetti morbidi.

Da evitare, in queste circostanze, sono i brodini troppo liquidi o i cibi solidi e pericolosi. Una buona scelta, invece, sono le creme dense, le vellutate e i purè che possono essere facilmente ingeriti con l'ausilio di un cucchiaino.

Infine, se notate che ha difficoltà nel mangiare senza il vostro aiuto preparategli il suo piatto preferito. In questo modo troverà di fronte a sé alimenti che, senza ombra di dubbio, richiameranno la sua attenzione.

Ma a prescindere da tutto c'è sempre da tenere ben a mente una cosa: i tempi e i modi per imparare a mangiare in autonomia cambiano molto da bambino a bambino e, soprattutto, è importante che i genitori investano del tempo in questo insegnamento senza considerarlo perso.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli