Esperienza di mamma

Svezzamento, i cibi da evitare nei primi 12 mesi

bambino-verdure
21 Novembre 2012
Esiste una lista nera dei cibi rigorosamente da evitare nel primo anno di vita del bebè. No a sale, zucchero, panna e burro. Leggi i consigli di Miralda Colombo, giornalista e food-blogger.
Facebook Twitter Google Plus More

 

Evitare sale e zucchero prima di tutto. Qualcuno potrebbe avere la tentazione del famoso “pizzico di” perché la pappa sa di poco o nulla. Bene, trattenetevi. Se è vero che un piccolo assaggio prima dell’anno di pietanze che contengono sale o zucchero può essere una piacevole eccezione, lo è altrettanto che le pappe del bebè non vanno aggiustate. Sono gli ingredienti, di stagione, magari biologici, cucinati nel modo giusto, che renderanno i vostri piattini per il bambino indimenticabili.

Un consumo regolare di sale, prima dell’anno e comunque nei primi due anni di vita, rischia di essere un carico eccessivo per i reni dei più piccoli, oltretutto il sale è di per se già naturalmente contenuto in una serie di alimenti (esempio il Parmigiano) e i bambini devono imparare a riconoscere ed apprezzare i sapori naturali degli alimenti.

Seguire questa regola nello svezzamento della mia prima figlia, Alice, ha contribuito a limitare l’uso di sale anche nei nostri piatti: zucca piuttosto che patate o fagiolini o altre verdure, cucinate al vapore, e gustate senza alcuna aggiunta, se non un filo di olio extravergine d’oliva, sono già di per se ottime.

 

Video: Il sale nelle pappe dei bambini

In questo video la dietista, Dott.ssa Sabrina Origlia, ci parla del sale nella dieta dei bambini. Ci spiega quando iniziare a introdurlo, quale usare e quali sono i rischi di un consumo eccessivo di sale nell'alimentazione dei bambini.

 

 

Bandito, almeno fino all’anno e utilizzato poi in piccole quantità, lo zucchero: rischia di causare un successivo sovrappeso e abitua i più piccoli a ricercare il dolce. Per i biscotti, mini muffin o semplicemente per la mousse di frutta formato Lea lo sostituisco con succo di mela 100%, sciroppo d’agave, banana o prugna schiacciate, sciroppo d’acero o malto d’orzo. Bisogna, invece, aspettare l’anno per l’introduzione del miele, perché se non ben conservato può causare botulismo infantile.

 

Nella lista dei no, c’è il latte vaccino: da non usare fino ai 12 mesi, almeno.

 

Gli fanno compagnia panna e burro, mentre potete usare, senza eccessivi limiti, lo yogurt: quello bianco, naturale, senza zuccheri aggiunti.

 

Banditi anche succhi, tè già pronti: leggete le etichette e noterete come di frutta ce ne sia una percentuale piccola rispetto al resto. Se proprio volete proporre un succo preparate voi un frullato in caso di sola frutta o con aggiunta di yogurt. Leggi tutte le puntate dell'agenda dello svezzamento

L'autrice dell'articolo e la fotografa 

 

Miralda Colombo è giornalista e autrice del blog www.ilcucchiainodialice.it, nato in occasione dello svezzamento della figlia Alice e da cui è scaturito il libro di ricette per bambini "Il cucchiaino", ed. Gallucci. In questi mesi ha ricominciato l’avventura dello svezzamento con la secondogenita Lea e ha accettato di accompagnare le mamme di nostrofiglio.it con consigli pratici, trucchi e le indicazioni delle più accreditate società scientifiche sull’alimentazione del bambino. Le foto sono di Cevì (Cecilia Viganò), artista, fotografa e illustratrice diplomata all'Accademia di Brera.

Leggi anche la Guida allo svezzamento di nostrofiglio.it con le ultime indicazioni della comunità scientifica

Se vuoi chiedere consiglio a altre mamme, entra nel forum sezione Svezzamento