L'esperienza di una mamma foodblogger

Svezzamento vegetariano

Di Miralda Colombo
mela-bambino.1500x1000
5 dicembre 2012
Nello svezzamento del bebè si possono seguire diverse regole “verdi”, tipiche della cucina vegetariana, facendo attenzione a equilibrare gli apporti nutritivi, ad esempio utilizzando combinazioni di legumi e cereali. Leggi i consigli di Miralda Colombo, giornalista e food-blogger.

Non sapevo molto di dieta vegetariana fino alla nascita della mia prima figlia, Alice. Ho sempre sgranocchiato carote, mele e riempito scodelle di passati “verduriferi”, limitando la carne, più che altro per preferenze personali. La nascita di un figlio, spesso, ti obbliga a diventare più consapevole. Delle tue scelte che sono, per i primi anni di vita, anche le sue.

 

Una dieta quasi verde

 

E’ stato allora naturale leggere, informarmi e cercare di capire. Non sono diventata vegetariana, però ho iniziato a fare nostre molte impostazioni della dieta verde. Come quella di limitare il consumo di carne e in generale di proteine. O fare attenzione ai prodotti che acquisto e cercare di consumare il più possibile frutta e verdura: perché sono fondamentali per una dieta sana e bilanciata, perché, se acquistati di stagione, si rivelano anche un modo per voler bene all’ambiente.

 

Una dieta ricca dal mondo vegetale

 

Oggi si parla sempre più di svezzamento vegetariano come un’opportunità praticabile e positiva. Umberto Veronesi, lui stesso vegetariano, afferma: “Una dieta priva di carne non ci può in alcun modo indebolire, e lo prova il fatto che un neonato nei primi mesi quadruplica il peso che aveva alla nascita nutrendosi solo di latte. La carne non è indispensabile alla nostra alimentazione, nemmeno durante lo svezzamento: le proteine necessarie al nostro organismo, oltre che nella carne e nei cibi di origine animale, si trovano anche in molti vegetali, come i legumi. È dunque possibile trarre dal mondo vegetale una dieta ricca e variata capace di fornirci vitamine, proteine, zuccheri e grassi vegetali in modo completo e calibrato”.

 

Crescere vegetariani

 

Qualche anno fa, mi è capitato di partecipare a una conferenza di Luciano Proietti, pediatra e uno dei più autorevoli studiosi in Italia di svezzamento vegetariano (appuntatevi il suo libro, “Figli vegetariani”). Il suo approccio è molto interessante, prima di tutto perché in grado di offrire consigli non solo a chi è vegetariano e intende intraprendere uno svezzamento vegetariano. Proietti parla di limitare l’apporto di proteine, anche in una dieta e svezzamento onnivori, privilegiando almeno fino all’anno il latte, materno o artificiale.

 

E, a distanza di anni dai suoi primi studi e libri, la stessa Società Italiana di Pediatria ha rivoluzionato gli schemi di svezzamento di un tempo proprio nella direzione di una limitazione dell’apporto proteico.

 

Svezzamento su misura

 

Non ho impostato lo svezzamento di Lea senza carne nè pesce (o latticini, se si parla di svezzamento vegano) ma ho fatto nostre diverse regole “verdi”, facendo attenzione a equilibrare gli apporti nutritivi, ad esempio utilizzando combinazioni di legumi e cereali. Il nostro potrebbe essere descritto come svezzamento “misto naturale” (o direbbero gli inglese, “tailormade”): tante verdure e frutta, varietà di cereali (dal riso al farro all’orzo al miglio al mais...), proteine animali (quindi carne, prosciutto, pesce e formaggi) limitate e alternate a proteine vegetali (legumi su tutto). Tutto home made e a misura di Lea :-)

 

E voi? Che ne pensate e come avete impostato il menù del vostro bambino?

 

Leggi tutte le puntate dell'agenda dello svezzamento

L'autrice dell'articolo e la fotografa

Miralda Colombo è giornalista e autrice del blog www.ilcucchiainodialice.it, nato in occasione dello svezzamento della figlia Alice e da cui è scaturito il libro di ricette per bambini "Il cucchiaino", ed. Gallucci.

In questi mesi ha ricominciato l’avventura dello svezzamento con la secondogenita Lea e ha accettato di accompagnare le mamme di nostrofiglio.it con consigli pratici, trucchi e le indicazioni delle più accreditate società scientifiche sull’alimentazione del bambino.

Le foto sono di Cevì (Cecilia Viganò), artista, fotografa e illustratrice diplomata all'Accademia di Brera.

 

Leggi anche la Guida allo svezzamento di nostrofiglio.it con le ultimi indicazioni della comunità scientifica

Se vuoi chiedere consiglio a altre mamme, entra nel forum sezione Svezzamento