Home Neonato Svezzamento

Quando si può iniziare a dare il prosciutto cotto ai bambini?

di Elena Berti - 08.09.2022 - Scrivici

prosciutto-cotto-e-bambini
Fonte: Shutterstock
Prosciutto cotto e bambini: quando si può dare ai bambini, è possibile usarlo già durante lo svezzamento, quali sono le controindicazioni?

Prosciutto cotto e bambini

I piatti della cucina italiana sono amati in tutto il mondo, ma diciamocelo: chi ha il tempo di cucinare ogni giorno prelibatezze? Senza contare tutti i consigli su menù, diete senza carne, uso creativo di verdure e legumi… Il tempo a disposizione è sempre poco e a volte è necessario mettere in tavola qualcosa di veloce. Ma anche in questo il cibo italiano ci aiuta: vediamo cosa dicono i nutrizionisti di prosciutto cotto e bambini.  

In questo articolo

Il prosciutto cotto è un buon alimento?

Iniziamo col parlare del prosciutto in sé, per poi passare a prosciutto cotto e bambini. Si può considerare un buon alimento? Molti specialisti della nutrizione lo includono nelle diete perché considerato un apporto di proteine con poche calorie e ovviamente facile da consumare.  

Il prosciutto cotto è una carne conservata, un salume cotto ma non un insaccato. Per produrlo si usa la coscia disossata del maiale e nessun'altra parte (mentre la spalla cotta è un'altra cosa). Il prosciutto viene cotto a vapore ma a seconda della sua preparazione la qualità varia: è il Ministero delle attività produttive a catalogare le varie tipologie di prosciutto cotto, definendo quale può essere chiamato di alta qualità. Nell'acquisto di questo alimento, quindi, bisognerebbe tenere conto di alcune caratteristiche.  

Prosciutto cotto e svezzamento

Non mancano sul mercato i prodotti per bambini, considerati ideali per lo svezzamento, a base di prosciutto cotto. Non esistono, infatti, indicazioni precise per quanto riguarda questo alimento, che non è vietato. D'altronde, oggi nessun cibo è veramente vietato: rispetto al passato, le linee guida sono aperte a un'alimentazione complementare completa, a patto di inserire uno per volta i nuovi cibi, in particolare quelli allergizzanti, per vedere eventuali reazioni. Il prosciutto cotto è quindi un buon alimento durante lo svezzamento, sia sotto forma di omogeneizzato che "puro", magari spezzettato nella pasta o semplicemente a morsi? Sì e no: il prosciutto resta comunque un cibo conservato.

Contiene quindi ingredienti che permettono la conservazione, come i nitriti e nitrati, potenzialmente (per farla molto breve) cancerogeni.  

Durante lo svezzamento, quindi, è meglio limitare al massimo l'uso dei salumi, insaccati ma anche no: se una volta, per un pasto al volo, volete dare del prosciutto a vostro figlio potete farlo. Usarlo come proteina su base settimanale è invece sconsigliato (anche per l'apporto di sale che, a seconda della ricetta, potrebbe essere importante).

Prosciutto cotto ai bambini più grandi

Quando i bambini crescono, la loro alimentazione tende a cambiare notevolmente, sia perché i loro gusti cambiano, sia perché iniziano a mangiare da soli, a frequentare la scuola e le case degli altri e via dicendo. Il prosciutto cotto, soprattutto in Italia, è un alimento che si ritrova spesso: sia contenuto in un panino, che nelle torte salate, o ancora come vero e proprio pasto. Se, anche in questo caso, non è di per sé un alimento sconsigliabile (nella categoria salumi, preferibile per esempio al salame ma anche al prosciutto crudo o alla mortadella), bisogna cercare di limitarne il consumo: le quantità variano quindi in base sia alle opportunità di mangiarlo sia al resto dell'alimentazione. Se vostro figlio vuole mangiare solo prosciutto cotto, poi, cercatene solo alta qualità, valutate la lista degli ingredienti (e dei conservanti) e la quantità di sale, per offrire il miglior prodotto possibile.  

Il prosciutto cotto è considerato il salume più "sano", ma è pur sempre un alimento conservato. Se anche può essere introdotto già durante lo svezzamento, è bene limitarne il consumo a causa delle alte quantità di sale e della presenza di conservanti come nitriti e nitrati.  

TAG:

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli