Home Neonato Svezzamento

Svezzamento, consigli per il giorno e per la notte

di Sara De Giorgi - 29.01.2021 - Scrivici

svezzamento-2
Fonte: Shutterstock
Per abituare il bambino gradualmente allo svezzamento, è possibile mettere in atto alcuni "cambiamenti" durante il giorno e altri, invece, durante la sera. Ecco alcuni consigli.

Lo svezzamento di un bebè inizia solitamente attorno al sesto mese. C'è un periodo particolare, dunque, nel quale il piccolo è svezzato e allattato allo stesso tempo. Come comportarsi e come ridurre gradualmente il latte materno? E' possibile, per aiutarlo ad abituarsi allo svezzamento, alternare le due importanti azioni.

Ed è possibile, in particolare, mettere in atto alcuni "cambiamenti" durante il giorno e altri, invece, durante la sera.

Ecco trucchi e consigli tratti dal magazine Illi.org.

In questo articolo

Strategie diurne per favorire lo svezzamento

Ecco alcune strategie per favorire lo svezzamento del bebè che funzionano meglio di giorno.

  1. Allattate il bambino quando chiede il latte e non offritelo quando non lo chiede. Questa semplice tecnica, nota come "non offrire, non rifiutare", può aiutare - se integrata con altri metodi - ad accelerare il processo di svezzamento.
  2. Cambiate la routine quotidiana. Invece di andare a casa dopo aver preso il bimbo all'asilo, andate al supermercato o altrove. Cercate di evitare il più possibile la "sedia per l'allattamento" a casa vostra negli orari in cui di solito chiedeva di allattare. Alzatevi il ​​più possibile!
  3. Se possibile, fatevi aiutare da altri familiari e membri della famiglia. Se di solito allatta al risveglio, provate ad alzarvi prima di lui e chiedete al vostro partner o a qualcun altro di fare tutta la routine mattutina.
  4. Anticipate le sessioni di allattamento e offrite nel resto della giornata "sostituzioni" e "distrazioni". Provate a dargli uno spuntino o una bevanda in quel momento. Portatelo nel suo posto preferito durante il solito periodo di allattamento. Trovate altre distrazioni: lettura, visite di amici, un nuovo giocattolo, passeggiate, canzoni, ecc. 
  5. Riducete la durata dell'allattamento o verificate se accetta un'allattamento posticipato. Ditegli che finirà di allattare quando voi finirete di cantare una certa canzone. Anche contare fino a 20 può aiutare con la transizione. Se ancora non capisce il concetto di attesa o di tempo, ciò potrebbe non essere utile.

Consigli "notturni" per favorire lo svezzamento

L'abitudine che unisce allattamento al seno e sonno notturno può essere più difficile da lasciare andare per il bambino. Ecco alcuni consigli che riguardano le abitudini serali/notturne per favorire lo svezzamento.

  1. Se il bambino dorme con voi, potreste prendere in considerazione l'idea di trasferirlo nel suo letto o con un fratello maggiore. Tuttavia, se il bambino ha delle resistenze al cambiamento, potrebbe richiedere maggiormente l'allattamento al seno per preservare la sua sensazione di vicinanza con voi.
  2. Consentite a un altro membro della famiglia di aiutare e di gestire la routine del sonno.
  3. Offrite al bambino un bicchiere d'acqua o uno spuntino se sembra affamato o assetato.
  4. Offrite coccole, abbracci e musica per sostituire l'allattamento notturno o per favorire il pisolino.
  5. Se decidete di puntare sullo svezzamento notturno, stabilite una routine della buonanotte non incentrata sull'allattamento al seno. Un buon libro o due alla fine diventeranno più importanti di una lunga seduta al seno. Il bambino potrebbe accettare di appoggiare la testa sul vostro seno invece di allattare.
  6. Parlate inoltre con vostro figlio di quello che sta succedendo in anticipo se potete, poiché potrebbe capire più di quanto vi aspettiate.

Come capire se un bambino non è pronto per lo svezzamento

Se lo svezzamento sta procedendo troppo velocemente per il bambino, di solito il piccolo lo renderà manifesto attraverso il suo comportamento. I capricci aumenteranno, così come cresceranno altri "comportamenti regressivi", tra cui l'ansia, il risveglio notturno, la paura della separazione. Questi sono tutti possibili segnali che lo svezzamento sta avvenendo troppo velocemente per vostro figlio. Anche eventuali malattie e la dentizione possono interferire con lo svezzamento e, dunque, potrebbe essere necessario fare una pausa.

Il bambino potrebbe essere abbastanza grande da consentirvi di spiegargli che ritenete che sia ora di svezzare. Molti bambini possono comprendere il concetto di "smettere di allattare".

Alcune madri lasciano che il piccolo scelga un appuntamento, ossia un giorno preciso, e lo chiamano il "giorno dello svezzamento", dopo il quale non allatterà più. Altre mamme organizzano per il bambino una "festa dello svezzamento" con una famiglia solidale e amici comprensivi. Forse il bambino riceverà anche uno speciale "regalo per lo svezzamento".

Ovviamente queste tecniche non funzionano se il bambino è estremamente resistente allo svezzamento, ma è noto che molte mamme le hanno utilizzate con successo. Ricordate che il piccolo avrà un bisogno continuo di vicinanza con voi. Potete anticipare il bisogno di intimità del bambino e trascorrere un "tempo speciale" con lui.

Lo svezzamento può essere un momento difficile sia per la madre che per il bambino. La mamma potrebbe provare spesso molti sentimenti negativi, tra cui tristezza, ansia e disperazione. È consigliabile il confronto con altre mamme o, se i problemi persistono, con uno specialista.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli