Galleria fotografica

"#Io vaccino": la campagna virale delle mamme su Facebook

19 Ottobre 2015
"#Io vaccino: NO alla disinformazione": questo il nome della campagna nata su Facebook nel gruppo chiuso di mamme ‘Consigli da mamma a mamma - Emilia Romagna’ e che conta oltre 12.600 contatti.  Lo scopo? Che le vaccinazioni diventino obbligatorie per i bimbi che vanno a scuola. E sui social si moltiplicano le foto di tutti i tipi con la scritta.
Facebook Twitter Google Plus More
iovaccino4

Un gruppo chiuso nato su Facebook il 10 giugno 2013 e dedicato a tutte le mamme che vivono in Emilia Romagna. E che ha deciso di aderire alla campagna pro-vaccinazioni lanciata dalla mamma di Cesena Alice Pignatti e rivolta al ministro della sanità Lorenzin. Lo scopo? Che le vaccinazioni diventino obbligatorie per i bimbi che vanno a scuola. Miriam Maurantonio di Bazzano mamma di Diego, 2 anni e mezzo e di Alice 7 anni, è tra le amministratrici del gruppo e ha aderito pubblicando sui social le sue foto con lo slogan. Nel frattempo ne sono arrivate molte altre e le iscrizioni al gruppo sono sempre più.

iovaccinoslogan

Come spiega Miriam Maurantonio al Resto del Carlino, ha deciso di prendere questa posizione "perché è in atto una vera e proprio campagna di disinformazione da parte di persone contrarie alle vaccinazioni. Un fronte che sa ben muoversi e che riesce ad avere molto spazio sui media a differenza invece nostra che spesso ne abbiamo meno".

iovaccino2

iovaccino3

iovaccino5

iovaccinook

iovaccinoslogan2

iovaccinoslogan7

iovaccino

iovaccino2

Un gruppo chiuso nato su Facebook il 10 giugno 2013 e dedicato a tutte le mamme che vivono in Emilia Romagna. E che ha deciso di aderire alla campagna pro-vaccinazioni lanciata dalla mamma di Cesena Alice Pignatti e rivolta al ministro della sanità Lorenzin. Lo scopo? Che le vaccinazioni diventino obbligatorie per i bimbi che vanno a scuola. Miriam Maurantonio di Bazzano mamma di Diego, 2 anni e mezzo e di Alice 7 anni, è tra le amministratrici del gruppo e ha aderito pubblicando sui social le sue foto con lo slogan. Nel frattempo ne sono arrivate molte altre e le iscrizioni al gruppo sono sempre più.
Facebook Twitter Google Plus More