Storie di mamme

A Mantova una donna in coma ha partorito una bambina

Di Sara De Giorgi
neonata
15 Giugno 2018
Ieri una mamma di 33 anni in uno stato di coma leggero ha partorito una neonata all'ottavo mese. Il parto è stato seguito da più di 30 persone. La bimba è sana e anche la donna sta bene, ma è sotto osservazione data la sua particolare condizione. Era stata colpita da un ictus mesi fa.
Facebook Twitter More

Ieri mattina una donna di 33 anni che è in coma da tre mesi e mezzo ha partorito una bambina sana. L'evento  è accaduto all'ospedale Carlo Poma di Mantova e lo riporta oggi la Gazzetta di Mantova.

 

La piccola è nata all'ottavo mese e, per precauzione, è stata comunque subito ricoverata in Patologia Neonatale sotto stretta osservazione. Anche la madre ha superato bene l'intervento, che è durato più di due ore e ora si trova in unità terapia intensiva coronarica per il monitoraggio post parto.

 

LEGGI ANCHE: Neonati pretermine, fattori di rischio e trattamenti 

 

L’intervento era stato programmato già da alcuni giorni non potendo rischiare il prolungamento della gravidanza a causa delle condizioni della donna, colpita da un improvviso arresto cardio-circolatorio tre mesi fa e, in seguito, da un ictus con danni di natura neurologica.

 

Da quel momento vive in uno stato leggero di coma che non le consente di parlare e di avere coscienza di quello che accade. 

 

Il parto è stato seguito da un team di 30 persone (medici, infermieri e tecnici) guidate dal ginecologo Giampaolo Grisolia. Durante l’intervento la donna ha aperto gli occhi più volte senza però parlare: secondo i medici questi segnali non danno la conferma che abbia coscienza di essere divenuta madre.

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: