Evento educazione

A Viterbo il primo Festival dell’educazione, dal 26 giugno al 5 luglio

festivaleducazione800
08 Giugno 2015
L'educazione dei bambini e dei ragazzi, a casa e a scuola, deve tornare al centro dell'attenzione. Per rilanciare questo tema si terrà a Viterbo il primo Festival nazionale dell'educazione. Nostrofiglio.it è media partner
Facebook Twitter Google Plus More
“L’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo”. Il premio Nobel per la pace Nelson Mandela aveva le idee molto chiare sull’importanza dell’educazione, non soltanto per il benessere del singolo ma anche e soprattutto per il benessere della società.
 

Da questa convinzione è nata anche l’idea del primo Festival nazionale sull’educazione, che si terrà a Viterbo dal 26 giugno al 5 luglio nell’ambito del Caffeina Festival, per rilanciare in grande stile i temi educativi e formativi, in famiglia e a scuola, investendo davvero sul futuro delle nuove generazioni.

 

“La caduta dell’autorevolezza e la relativizzazione delle regole nelle famiglie, la difficoltà dei docenti a motivare gli alunni e la difficoltà dei genitori a individuare e ad accogliere i bisogni dei figli costituiscono attualmente le maggiori emergenze sociali che occorre affrontare - scrivono Rosanna Schiralli e Ulisse Mariani, psicologi e psicoterapeuti, rispettivamente direttore scientifico e direttore esecutivo dell’evento-. Fra tanti assordanti festival, la creazione di uno spazio nazionale al centro del Paese e di un tempo dedicato a questi temi appare dunque una operazione necessaria per rilanciare in periodo di crisi l’unico antidoto alla crisi stessa: la cultura dell’educazione”.

 

Il Festival dell’Educazione, di cui nostrofiglio.it sarà media partner, rappresenterà un lungo momento “di confronto e di raccordo tra le agenzie educative, di scambio di buone pratiche, di approfondimenti, di snodi tra le varie educazioni, di formazione e informazione, di progettazione e di divulgazione delle innovazioni nel campo della psicologia dello sviluppo e della pedagogia”.

 

L'evento sarà così strutturato:

  • una serie di conferenze dei maggiori esperti nel campo della psicologia, dell’educazione, della scuola, dell’educazione alla legalità, all’alimentazione e allo sport;
  • una “Scuola per genitori” condotta dal team dell’ “Emotional Training Center”, diretto dalla psicologa Rosanna Schiralli (quattro incontri);
  • un forum autogestito da docenti, associazioni di insegnanti, studenti e associazioni di genitori, provenienti da ogni parte d’Italia, per lo scambio di buone pratiche. Qui troverete anche nostrofiglio.it;
  • laboratori esperienziali sulle  maggiori tematiche educative riguardanti prevalentemente il rapporto genitori-figli e il rapporto scuola-famiglia.

Tra i relatori e ospiti: Stefania Giannini (ministro istruzione), Alberto Pellai (medico e psicologo), Mario Polito (psicologo), Federico Bianchi di Castelbianco (psicologo), Alain Goussot (docente universitario), Marco Bianchi (ricercatore), Gherardo Colombo (già magistrato), Sara Mazzaglia (psicologa), Osvaldo Poli (psicologo), Maria Pedone e Guido Barlozzetti (giornalisti RAI).

 

Per saperne di più visitate il sito del Festival dell'educazione