Spiaggia ricomprata

Abel Tasman beach, la spiaggia ricomprata dai neozelandesi "per i figli e le generazioni future"

Di Niccolò De Rosa
29 Febbraio 2016
L'ennesimo angolo di paradiso in mano a privati: questa volta la popolazione si è opposta e, grazie all'iniziativa di due neozalendesi con la passione del rugby, ha raccolto i 2 milioni necessari per l'acquisto dell'amata spiaggia di Abel Tasman. L'impresa potrebbe essere un bel viatico per l'analogo progetto di una suola del biellese per "salvare" le spiagge di Budelli. Il principio dietro "Non si Budelli l'Italia" (visitabile anche nella pagina Facebook) è proprio quello di raccogliere fondi necessari per acquistare la meravigliosa isola sarda e donarla al popolo italiano.
Facebook Twitter More
duanemajor

Durante una cena, i coniugi Duane e Ruth Major (qui ritratti con i figli), si sono trovati stanchi di vedere lo splendido patrimonio naturale neozelandese in mano a ricconi privati. Da qui l'idea di aprire una piattaforma di Crowdfunding sul sito Givealittle per provare a racimolare i fondi per acquistare la spiaggia di Abel Tasman. ‘L’abbiamo fatto per i nostri figli, per le generazioni future: ora quella spiaggia è di tutti, è libera’, hanno dichiarato i protagonisti di questa storia a lieto fine.

duanemajor3

La spiaggia di Abel Tasman è una riserva naturale dove il maare incontra il verde della vegetazione neozelandese. Grandi quantità di uccelli e fauna marina abitano questi luoghi.

duanemajor4

Dopo la creazione della pagina Gift Abel Tasman Beach, la campagna social ha invaso magliette, social e notiziari.

duanemajor5

Numerose le prese di posizione della gente comune, le cui foto giungevano quotidianamente e in gran numero sulla pagina Facebbok dell'iniziativa.

duanemajor6

Relax, trekking, natura brulicante e aria buona. I neozelandesi, innamoratissimi delle loro terre, non hanno voluto proprio separsene e hanno prontamente partecipato all'iniziativa con piccole donazioni. Anche il Governo neozelandese ha messo mano al portafogli per contribuire con una modesta cifra.

duanemajor2

Alla fine è stato un trionfo. I promotori Duane Major e Adam Gard'ner, visibilmente commossi, hanno festeggiato la vittoria insieme al loro popolo proprio sulla spiaggia appena acquistata.

nonsibudellilitalia

Si spera che un tale successo faccia da traino al progetto simile della Scuola Media si Mosso (nel biellese), NON SI BUDELLI L'ITALIA: "Se ogni stuedente versasse 50 centesimi, si potrebbe comprare l'isola sarda e farne l'isola dei ragazzi!"

Durante una cena, i coniugi Duane e Ruth Major (qui ritratti con i figli), si sono trovati stanchi di vedere lo splendido patrimonio naturale neozelandese in mano a ricconi privati. Da qui l'idea di aprire una piattaforma di Crowdfunding sul sito Givealittle per provare a racimolare i fondi per acquistare la spiaggia di Abel Tasman. ‘L’abbiamo fatto per i nostri figli, per le generazioni future: ora quella spiaggia è di tutti, è libera’, hanno dichiarato i protagonisti di questa storia a lieto fine.
Facebook Twitter More